NBA free agency: tutti gli affari ed i rumors delle ultime 24 ore

-Il giocatore più conteso del momento è ovviamente Carmelo Anthony: dopo aver passato un’intera giornata con i Bulls ed una mezza con i Rockets, è stato il turno dei Mavericks. Organizzazione vincente, coach competente e proprietario con l’abilità di attrarre altri giocatori importanti: questo, in sintesi, è stato il messaggio che Mark Cuban ha voluto trasmettere a Melo. Nel frattempo, Kobe Bryant ha deciso di tornare dalla vacanza in Europa per partecipare al meeting tra i Lakers ed Anthony, di cui è amico di lunga data. 

-I Bulls hanno avuto un colloquio con Carlos Boozer, dicendogli apertamente che c’è la possibilità che venga amnistiato oppure utilizzato in una sign&trade, ma non hanno ancora preso una decisione decisiva. L’aministia può essere utilizzata tra il 10 ed il 17 luglio. 

-Diversi addetti ai lavori sono convinti che l’avventura losangelina di Pau Gasol sia terminata, a meno che Melo non dovesse approdare in maglia Lakers: in questo caso, il lungo spagnolo potrebbe ri-firmare con i gialloviola. 

-Greg Monroe e Thabo Sefolosha sono stati avvisati al Verizon Center, ovviamente per discutere della possibilità di approdare in maglia Wizards. Quest’ultimi vorrebbero tenere Trevor Ariza, che però ha tantissimi estimatori, Clippers, Lakers, Jazz, Cavaliers, Rockets e Pistons in particolare. 

-Sfuma uno degli obiettivi veri degli Heat: i Raptors sono riusciti a garantirsi la permanenza di Kyle Lowry, che ha dato il suo assenso per un quadriennale da 48 milioni di dollari. 

-Come previsto, non tutti i mali vengono per nuocere, almeno per gli Spurs. Prima del grave infortunio alla spalla, in molti avevano messo gli occhi su Patty Mills: all’indomani dell’operazione, l’australiano ha firmato un contratto di tre anni dal valore complessivo di 12 milioni. 

-I Clippers hanno avviato le conversazioni con i Nets per provare a costruire una sign&trade che riunirebbe Paul Pierce con Doc Rivers sotto il simbolo dei Clippers. Quest’ultimi potrebbero semplicemente firmarlo come free agent, ma hanno delle limitazioni finanziarie e sono intasati nel ruolo di ala piccola, vista la presenza di Jared Dudley, Matt Barnes e Reggie Bullock. I Clippers sono interessanti anche a Luol Deng, Trevor Ariza e Spencer Hawes, ma sempre tramite sign&trade. 

-Il grande problema attuale dei Blazers è sicuramente la panchina, non a caso l’obiettivo primario di questa free agency è rinforzarla nel migliore dei modi: la dirigenza è interessata a Steve Blake, che a sua volta gradirebbe molto un ritorno a Portland, dove ha già giocato in passato ed ha pure comprato casa. 

-Dopo aver perso Shaun Livingston, che ha raggiunto un accordo triennale da 16 milioni con i Warriors, i Nets stanno cercando di aggiungere un’altra point guard al roster. Brooklyn, infatti, si è messa in contatto con Cleveland per ottenere Jarrett Jack in cambio di Marcus Thornton.