NBA MVP Award: chi può contendere il premio a LeBron James?

In attesa della nomina dell’MVP della stagione regolare, anche noi di MY-Basket.it ci siamo cimentati nel capire chi potrà mettere le mani sull’ambito premio.

Stando ai numeri abbiamo 5 candidati: Lebron James con 26.8 punti a partita di media, conditi da 8 rimbalzi, 7.3 assist, 1.7 palle recuperate e 0.9 stoppate. Seguono Kevin Durant, stella degli Oklahoma City Thunder (28.1 pp, 7.9 rp, 4.6 ap, 1.4 prp, 1.3 stp), Carmelo Anthony ala e capocannoniere NBA che milita nei New York Knicks (28.7 pp, 6.9 rp, 2.6 ap, 0.8 prp, 0.5 stp), Chris Paul playmaker che ha portato alla vittoria della Pacific Division per la prima volta nella loro storia i Los Angeles Clippers (16.9 pp, 3.7 rp, 9.7 ap, 2.4 prp, 0.1 stp) ed infine non poteva mancare il grande assente dei playoff (che alla post-season però ci ha spedito i Los Angeles Lakers grazie alla sua strepitosa stagione) Kobe Bryant (27.3 pp, 5.6 rp, 6.0 ap, 1.4 prp, 0.3 stp).

Ora, guardando questi numeri, sembra inevitabile il trionfo per la quarta volta di Lebron James (pronosticato anche dalla leggenda dei Celtic Bill Russell): la sua completezza è evidente, i numeri parlano chiaro e la striscia di 27 vittorie di fila degli Heat è sotto gli occhi di tutti.

Tuttavia anche gli altri concorrenti hanno delle buone frecce nel loro arco. Durant è migliorato ancora rispetto allo scorso anno (i voti conseguiti per il giocatore più migliorato lo dimostrano, a prescindere dal fatto che fosse una superstar affermata), Anthony ha letteralmente trascinato New York creando un entusiasmo che al Madison Square Garden non si vedeva da anni. Chris Paul ha guidato alla vittoria della Pacific Division i Clippers (è una ripetizione di quanto riportato sopra, ma chi ha qualche anno in più potrebbe spiegare la fama di “non vincenti” dei Clippers…). Infine Kobe, che ha trascinato i Lakers ad una difficilmente pronosticabile post-season, data la bruttissima partenza, e che ora è costretto ai box per il celebre infortunio al tendine.

Chi vincerà? Lebron probabilmente, ma siamo sicuri che una scelta diversa sia in fondo così sbagliata? Magari la lega non vuole nemmeno far apparire James come un “cannibale da premi individuali”.