NBA News & Mercato

NBA Preview: Magic a un bivio, con Ibaka punto fermo

download

Orlando vuole tornare a difendere e lo ha fatto con un mercato ben aldilà delle aspettative. In una trade ritenuta tra le più stupefacenti degli ultimi anni di Draft, hanno preso Serge Ibaka dai Thunder in cambio, sostanzialmente, di Victor Oladipo.

Lo scambio, per la precisione, include Oladipo, Ersan Ilyasova e la scelta dei Magic al Draft (Domatas Sabonis) in cambio del congolese naturalizzato spagnolo. E, nei piani dei Thunder, dava l’occasione a Durant di avere un efficiente sesto uomo, un cecchino da tre punti e un giovane promettente per, magari, vincere davvero il maledetto titolo. I Magic, invece, sono stati più realistici e da Ibaka volevano ricostruire una generazione di squadre lunghe che mancava dai tempi di Dwight Howard. E Ibaka non sarà il solo lungo a roster: a sorpresa, infatti, Orlando è riuscita a battere la concorrenza dei Raptors per mettere le mani su Bismack Biyombo, artefice dell’arrivo di Toronto alla Finale di Conference. Ovviamente, con la speranza in Florida che non fosse condizionato dal fattore contract year e che, ora, ritorni l’anonimo che era ai fu Bobcats. Nel settore ali ha fatto scalpore la scelta di puntare su Jeff Green: 15 milioni di dollari per un anno solo sono serviti per convincere l’ex Clippers ad accasarsi in Florida e diventare l’unica vera ala piccola veterana di riferimento per questi Magic, ma si tratta pur sempre di 15 milioni e Green è un giocatore altalenante nel rendimento come pochi altri nel panorama NBA. In tutto questo, è stato rinnovato a cifre astronomiche Evan Fournier (quinquennale da 85 milioni di dollari, ma per non farsi rubare la passata guardia titolare forse varrà la pena) ed è stato firmato DJ Augustin, il factotum della NBA al posto giusto e al momento giusto, dopo la parentesi da 7.5 punti e 3.2 assist di media a Denver. È stato preso anche Jodie Meeks dai Pistons, con la speranza (visti i 6.5 milioni di contratto) che sia guarito dai problemi alle ginocchia.

I Magic si presentano, però, con un particolare non indifferente: alla panchina ci sarà Frank Vogel, dopo l’addio di Scott Skiles per motivi sconosciuti. L’ex Pacers darà un’impronta difensiva a questi Magic e cercherà di ridurre i punti concessi (18mi in NBA con 103 punti) e di rendere più fluido l’attacco, affidando definitivamente la palla nelle mani di Elfrid Payton.

Il reparto guardie è estremamente affasciante: oltre ai tre indicati in precedenza, non dobbiamo dimenticarci di Mario Hezonja, autore di una stagione da rookie abbastanza sotto tono per uno come lui. Ma quest’anno il croato sembra in prospettiva di darci veramente dentro: l’arroganza non gli manca e il tiro nemmeno (in Brasile, quest’anno, hanno visto tutti cosa sappia fare). Non dobbiamo dimenticare l’oggetto misterioso del roster, Aaron Gordon. Il mancato vincitore della Gara delle schiacciate ha mostrato un livello di atletismo e di acrobazie pari, sotto certe punti, a quelle del primo Vince Carter (il mulinello contro i Lakers ne è stato una prova). Se sviluppasse anche il tiro, farà vedere che sedersi in aria sulla testa dei draghi non sarà l’unica cosa di cui è capace.

Il reparto lunghi presenta un difensore puro come Biyombo, uno stoppatore e realizzatore come Ibaka (che ha già dichiarato di voler rimanere a lungo in Florida) e un relizzatore puro come Vucevic. Basterà questo trio in climax a far tornare i Magic nell’élite della conference?

DOVE POSSONO ARRIVARE: per rispondere alla domanda scritta sopra, per quest’anno forse no. Ma possono migliorare il 35 – 47 della scorsa stagione, magari per un record al 50% di vittorie. Ma dipende tutto dalle otto arrivate alla post season la scorsa stagione, se Orlando riuscirà ad arrivare oltre aprile. Non dimentichiamoci però una cosa: ad un certo punto, l’anno scorso erano quinti a Est. Mai dire mai, con gli Orlando Magic.

QUINTETTO IDEALE: Vucevic – Ibaka – Gordon – Fournier – Payton, sesto uomo Biyombo

Noi vi forniamo preview e consigli, ma voi avete il coraggio di sfidarci in un fantabasket sulla NBA? Se pensate di essere così temerari, basta cliccare qui http://bit.ly/2dFSSY5