NBA rumors, 24/05/2013: ecco i primi nomi per il Team USA Minicamp. Allenatori: Smart e Adelman a rischio?

Ecco un elenco dei rumors NBA di oggi, 24/05/2013.

FLIP SAUNDERS – Saunders, il nuovo presidente dei Minnesota Timberwolves, sta sondando il mercato per assumere un nuovo general manager. In un’intervista, comunque, ha dichiarato che la decisione non verrà presa prima del Draft. Per quanto riguarda il nuovo assetto dei T’Wolves, Saunders intende aggiungere dei tiratori sul perimetro per sfruttare al meglio gli scarichi del playmaker Ricky Rubio. Intanto Adelman si è detto ottimista riguardo alla possibilità di allenare i T’Wolves anche nella prossima stagione; l’allenatore ha ancora un anno di contratto.

KEITH SMART – Nel vortice di allenatori che potrebbero perdere il loro posto, bisogna inserirci anche Keith Smart, coach dei Sacramento Kings. Tyreke Evans ha riferito alla stampa che l’allenatore è stato molto importante per la sua carriera, ma si rende conto che potrebbe non sedere più sulla panchina della franchigia californiana in futuro. Evans ha aggiunto che sarebbe contento di rimanere a Sacramento.

ALVIN GENTRY – Coach Alvin Gentry è a spasso dal gennaio di quest’anno, quando ha lasciato i Phoenix Suns dopo quattro stagioni. Alcune fonti riportano di un’offerta che Mike D’Antoni avrebbe fatto all’ex allenatore dei Suns. D’Antoni vorrebbe, infatti, che Gentry sedesse al suo fianco sulla panchina dei Lakers nella prossima stagione. Gentry, tuttavia, sembrerebbe maggiormente orientato ad accettare un’eventuale offerta dei Clippers per il posto di capo-allenatore. Alla stampa ha dichiarato: «Probabilmente [la panchina dei Clippers, ndr] è il miglior posto libero al momento, considerando il livello di talento che hanno e la stagione che hanno fatto».

BROOKLYN NETS – Non solo i Clippers e, forse, i Timberwolves e i Kings. Anche i Brooklyn Nets, dopo aver risolto il contratto con Carlesimo, stanno cercando un nuovo allenatore. Tra i vari nomi che sono usciti, ce n’è uno già trattato anche per i Clippers. Si tratta di Lionel Hollins, attuale coach dei Memphis Grizzlies. I Nets potrebbero avere un vantaggio economico sulla franchigia di LA e, sebbene i Grizzlies abbiano buone probabilità di tenersi il loro allenatore anche per la prossima stagione, l’offerta di Prokhorov potrebbe convincere Memphis a lasciarlo partire. In alternativa, i Nets stanno pensando a Scott Skiles.

DETROIT PISTONS – Anche i Detroit Pistons stanno a guardare per capire chi sarà l’uomo giusto per la loro panchina nella prossima stagione. Secondo gli esperti, l’assunzione del nuovo coach dei Pistons dimostrerà quanto potere rimane ancora nelle mani di Joe Dumars, giocatore dei Pistons per tutta la sua carriera (1985-1999) e attuale presidente. Dumars, infatti, voleva Mike Woodson nell’estate del 2011, ma all’epoca fu più forte la posizione di Tom Gores, il proprietario, e fu scelto Lawrence Frank. Questa volte i due favoriti di Dumars sono Nate McMillan e Maurice Cheeks. Se venisse scelto un terzo allenatore, allora potrebbe significare che il potere di Dumars all’interno dei Pistons è ridotto ai minimi termini.

DWIGHT HOWARD – Non bisogna stupirsi: da qui alla fine del mercato dei free-agent Dwight Howard sarà l’argomento principale. Alcune fonti hanno rivelato che nella scorsa stagione Howard aveva considerato solamente Brooklyn, Dallas e i Lakers. Atlanta era fuori dalla sua lista perché, come molti giocatori professionisti, Howard teme le distrazioni che possono derivare dal giocare nella propria città. Anche Houston, all’epoca, era fuori dalla sua lista, ma pare che la posizione di Howard nei confronti dei Rockets si sia ammorbidita col tempo. Difficile invece dire se Howard quest’anno potrebbe prendere in considerazione Warriors o Hawks, relegate l’anno scorso ad ipotesi non gradite al giocatore.

ANDRIS BIEDRINS – Come previsto, Andris Biedrins eserciterà l’opzione per rimanere un altro anno con i Golden State Warriors. Ad annunciarlo è il suo agente Bill Duffy. Biedrins guadagnerà così 9 milioni di dollari nel suo ultimo anno di contratto, come pattuito al momento della firma tra le due parti nel lontano 2008.

TEAM USA MINICAMP – In vista dei Mondiali che si disputeranno a Madrid nel 2014 e delle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016, gli Stati Uniti stanno cercando giocatori in grado di fornire un ricambio generazionale alla nazionale. I convocati per il cosiddetto minicamp saranno 24 e, sebbene non ci sia ancora un elenco ufficiale, Yahoo Sports ha già fatto circolare alcuni dei nomi più probabili: John Wall, Bradley Beal, Derrick Favors, Gordon Hayward, Kyrie Irving, Damian Lillard, Ty Lawson, Kemba Walker, George Hill, Mike Conley, Kawhi Leonard, Klay Thompson, Harrison Barnes, Paul George, Larry Sanders, Greg Monroe e Andre Drummond. Stephen Curry non dovrebbe essere incluso in questa nazionale, ma semplicemente perché aveva già preso parte alle settimane di pre-selezione della nazionale olimpica del 2012.

FRANK WALKER SR. – Il layup vincente segnato contro gli Indiana Pacers è stato ovviamente l’argomento principale delle domande a LeBron James nella conferenza stampa del giocatore degli Heat. LeBron James ha ringraziato Frank Walker Sr., uno dei suoi allenatori a livello giovanile, per avergli insegnato a fare i layup con la mano sinistra. «Mi ha insegnato i movimenti giusti. Me li faceva provare prima e durante e gli allenamenti. Continuava a dirmi che sarei stato un giocatore migliore se avessi saputo tirare con tutte e due le mani», ha dichiarato LeBron. «Si lamentava sempre, mi diceva che non sarebbe mai stato in grado di farlo! Ma io gli dissi che avrebbe avuto bisogno del layup mancino, prima o poi», ha aggiunto Walker.

 

Photo: minnpost.com