News & Mercato

NBA Rumors – Duncan continua e tenta Aldridge. Wade resta a Miami, i Bulls blindano Butler

DUNCAN NON LASCIA, MA CERCA IL RADDOPPIO – Non ha ancora annunciato la sua decisione finale, ma tutto lascia presagire che la sua avventura con gli Spurs continuerà per almeno un’altra stagione. Stiamo ovviamente parlando di Tim Duncan, che da vero simbolo della franchigia texana si è giù reso disponibile a fare uno “sconto” sul suo prossimo contratto, in modo da facilitare il lavoro del front office. Che ha davanti a sé un obiettivo davvero importante: LaMarcus Aldridge, l’ormai ex stella dei Blazers che nell’ultima stagione ha viaggiato con una media di 23.4 punti, 10.2 rimbalzi e 1.0 stoppate. Proprio Duncan, insieme a Tony Parker e Gregg Popovich, mercoledì sarà a Los Angeles per incontrare Aldridge, in modo da cercare di convincerlo definitivamente nel portare il suo talento a San Antonio. Che al momento sembra essere la sua destinazione preferita, dato che l’idea di giocare al fianco di Tim lo stuzzica molto. Inoltre, LaMarcus sa bene che approderebbe in una franchigia che nell’era dei Big Three ha la vittoria nel sangue e che proverà certamente a tornare a lottare per il titolo, dopo la bruciante eliminazione nel primo turno per mano dei Clippers.

ESTATE DI FUOCO A MIAMI – Nonostante sia uscito dal contratto e circolino con insistenza voci che lo spingerebbero a ricongiungersi con LeBron James in quel di Cleveland, quasi sicuramente Dwyane Wade non si muoverà da Miami, anche perché gli Heat sembrano intenzionati a offrirgli un contratto al massimo salariale. Anche Luol Deng dovrebbe rimanere nel Sud della Florida: la dirigenza ha in mente per lui non solo un ruolo importante all’interno del roster, ma anche nella crescita di Justise Winslow.

BULLS E PELICANS BLINDANO LE STELLE – Alla luce delle voci degli ultimi giorni, secondo cui Jimmy Butler potrebbe firmare un contratto da un anno con i Lakers, i Bulls hanno deciso di agire in una maniera piuttosto rara: non solo hanno esteso la qualifying offer, ma hanno anche offerto il massimo salariale a Jimmy, ovvero un contratto da 90 milioni di dollari per cinque anni. I Pelicans, invece, stanno seriamente pensando di blindare prima del necessario Anthony Davis, mandando un chiaro messaggio alla NBA: il monosopracciglio è nostro e puntiamo tutto su di lui. Per il prodotto di Kentucky pare essere pronto un contratto da 5 anni dal valore di 143 milioni.

RIFONDAZIONE KNICKS – A New York Phil Jackson si sta dando da fare per ricostruire una franchigia disastrata: David West, Arron Afflalo e Greg Monroe sono gli obiettivi principali: l’ideale per i Knicks sarebbe firmarli tutti e tre, cosa che però appare piuttosto difficile, a meno che non dovessero trovare qualcuno intenzionato a prendersi il pesante contratto di Jose Calderon, che non rientra nei piani della dirigenza. Leggi QUI l’approfondimento sulla franchigia della Grande Mela.