NBA News & Mercato

NBA trade deadline 2016: in tempo reale, tutti gli aggiornamenti del mercato in chiusura

Credit to: slamonline.com

Sembrava partito bene, poi si è fermato. Ma non lasciatevi ingannare: il mercato NBA sta per entrare nelle ultime ore di attività, e gli scambi potrebbero esplodere nell’ultima ora (come l’anno scorso).

Prima di iniziare con la cronologia dei rumors, ecco alcune dritte che potrebbero servire sugli assi nella manica di alcuni team:

  1. I Boston Celtics hanno tre prime scelte, una delle quali da parte dei Brooklyn Nets, e quattro al secondo giro al Draft 2016
  2. I Cleveland Cavaliers hanno una trade exeption da 10 milioni di dollari (ricevuta con la cessione di Haywood a Portland)
  3. I Philadelphia 76ers hanno rookie, spazio sul cap per aiutare altri team e 17 scelte (!) da qui al Draft del 2020

Andiamo a vedere che cosa si è mosso finora, o almeno i rumors principali che hanno fatto il giro della Lega fino ad adesso.

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE – Le comunicazioni post  21.

Hinrich torna ad Atlanta, per una seconda scelta

Joel Anthony ai Sixers

Jeff Green ai Clippers, Lance Stephenson a Memphis.

ULTIMO AGGIORNAMENTO – Cleveland esce dal mercato. Chiude senza aver ceduto Iman Shumpert e Mozgov (i grandi partenti) nè Kevin Love, ma con un buon cambio come Channing Frye.

AGGIORNAMENTO – Markieff Morris a Washington. A Phoenix vanno Kris Humphries, DeJuan Blair e una scelta protetta se nelle prime 9

AGGIORNAMENTO – Sean Marks, neo GM dei Nets, non vuole cedere nessuno per valutare il roster. Sfuma quindi anche l’addio di Thad Young.

AGGIORNAMENTO – Miami cede a Portland Brian Roberts, arrivato l’altro giorno da Charlotte nell’affare Courtney Lee. Assieme, una seconda scelta. Nel frattempo, i Thunder chiudono il mercato dopo l’arrivo di Randy Foye.

AGGIORNAMENTO – I Cavs hanno tolto Mozgov  dal mercato.

AGGIORNAMENTO – I Knicks avrebbero chiesto ai Timberwolves di Kevin Martin. Affare fermo, però.

AGGIORNAMENTO – Randy Foye andrà ai Thunder. In cambio, DJ Augustin, Steve Novak e due seconde scelte ai Nuggets.

AGGIORNAMENTO – P.J. Tucker non sarà ceduto dai Suns. Ora Toronto dovrà puntare su un’altra ala grande.

AGGIORNAMENTO – Utah prende Shelvin Mack da Atlanta, che riceve una seconda scelta. Ritrova Hayward, con il quale ha fatto il college a Butler.

AGGIORNAMENTO – OKC e Denver discutono per Randy Foye ai Thunder, Chicago e Orlando per Shabazz Napier ai Bulls.

AGGIORNAMENTO – Dopo il no tra Clippers e Magic, Channing Frye indosserà la casacca di Cleveland. Varejao a Portland, Jared Cunningham ai Magic.

AGGIORNAMENTO – Dopo i Raptors e i Mavericks, e dopo che Altanta ha bloccato i suoi giocatori uscendo dal mercato, ora anche i Celtics sembrano a caccia di Thaddeus Young.

AGGIORNAMENTO – Seconda trade nel giro di 20 minuti. I Pistons cedono Joel Anthony e la scelta al Draft 2016 (protetta per le prime 8 chiamate) agli Houston Rockets. In cambio, Donatas Montiejunas e Marcus Thornton vanno a Detroit.

AGGIORNAMENTO – E’ in tono decisamente minore, la prima trade ufficiale di questa deadline: gli Heat hanno spedito Jarnell Stokes ai Pelicans. Mossa con finalità puramente economiche, dato che Miami così salva 2.1 milioni di dollari nella luxury tax. Intanto, diverse franchigie stanno chiedendo informazioni su Randy Foye, guardia dei Nuggets, ma non è ancora chiaro se a Denver abbiano intenzione di imbastire una trade.

AGGIORNAMENTO – Quando ormai mancano poco meno di 4 ore alla deadline, tutto sembra tacere: il nome grosso da seguire fino all’ultimo sarà quello di Dwight Howard, che i Rockets stanno cercando di scambiare in ogni modo. Non dovrebbero più essere sul mercato Pau Gasol e Kevin Love, che stanotte, salvo sorprese, saranno regolarmente in campo uno contro l’altro, in occasione del match tra Cavaliers e Bulls: lo spagnolo è stato visto all’allenamento dei Bulls, stando a quanto riporta il Chicago Tribune, mentre l’ex T-Wolves è stato blindato da coach Lue, che ha confermato la sua presenza di stanotte in quintetto.Nel frattempo a Brooklyn, Sean Marks è diventato ufficialmente il general manager dei Nets da neanche un’ora ed è già alle prese con diverse telefonate riguardanti Thaddeus Young.

AGGIORNAMENTO – I Lakers e i Pacers non intendono fare mercato (su volontà di Vogel i secondi). Svanisce la possibilità di vedere Jeff Teague a Indianapolis, come proposto poco tempo fa (si parlava di Teague per George Hill).

AGGIORNAMENTO – Marc Stein di ESPN riporta i nomi di chi potrebbe essere tagliato, se non venisse ceduto. Kevin Martin (Mavericks in prima fila), David Lee, J.J Hickson, Roy Hibbert. Da aggiungere Lawson e, eventualmente,  Andrea Bargnani. Parlando di Brooklyn, Joe Johnson non vuole il buyout. I Cavs erano molto interessati a lui (Ryan Anderson permettendo, ovviamente).

  • I Kings hanno in mente qualcosa: sono quelli che, finora, hanno più interesse nell’essere sul mercato. In entrata, stando alle voci, ci sarebbero nel mirino Thabo Sefolosha da Atlanta (ancora indecisa se smantellare il team o proseguire fino alla fine della stagione con l’attuale roster) e, sopratttutto, Pau Gasol. Chicago spa spingendo per la cessione del catalano, e la franchigia di Sacramento è disposta a riceverlo, assieme a Tony Snell, in cambio di Koufos e di Ben McLemore. È risaputo che McLemore voglia essere ceduto: su di lui ci sono anche i Cleveland Cavaliers. Il problema, tuttavia, è che Pau non vuole lasciare Chicago, quindi il rischio è che ad Aprile lasci la California per firmare con una contender. Altri giocatori in uscita dalla franchigia di Cousins sono Marco Belinelli e Rudy Gay. Sul Beli ci sarebbero i Cavs (sempre loro).
  • Tante voci proprio riguardo Cleveland. I Cavs sarebbero molto interessati a Ryan Anderson, in uscita dai Pelicans, oltre che ai già citati Belinelli e McLemore. Tra gli uscenti, ci sarebbero Iman Shumpert e Timo Mozgov. Attenzione anche alla faccenda Kevin Love. I Celtics non sembrano voler abbandonare la pista e possono provare a imbastire uno scambio.
  • A proposito di Celtics, sarebbero proprio loro che prenderebbero Al Horford, nel caso in cui ad Atlanta decidessero di iniziare il rebuilding. Nessuna notizia ancora sul fronte Jeff Teague.
  • I Raptors cercano un’ala grande: dopo aver detto di no a Taj Gibson dei Bulls, e dopo essersi tirati indietro dalla corsa a Markieff Morris, seguono la pista P.J. Tucker dai Suns, Thaddeus Young e Kenneth Faried.
  • I Pistons, dopo l’affare che ha portato Tobias Harris in Michigan, hanno dichiarato di essere ancora attivi sul mercato. Si è parlato di una trade con Memphis per prendere Mike Conley, subito ritenuta falsa.
  • Miami è a metà tra l’incudine e il martello. Cerca di muoversi sul mercato, ma aspetta notizie da Chris Bosh e sulla sua disponibilità a giocare dopo la diagnosi dei coaguli di sangue al polpaccio. Se fosse out tutta la stagione, converrà cercare un lungo (anche qui, possibile Gasol). Inoltre, gli Heat cercano un tiratore dal perimetro: Belinelli e McLemore, ma soprattutto Randy Foye e Kevin Martin, quest’ultimo cercato anche dai Dallas Mavericks.
  • Interesse delle ultime ore nei confronti di Jahilil Okafor. Il rookie dei Sixers ha destato l’interesse di Heat e Blazers, ma Phila non sembra intenzionata a cederlo.
  • Ty Lawson potrebbe aver trovato una nuova casa: Salt Lake City. Infatti, i Rockets e gli Utah Jazz sarebbero in discussioni avanzate per cedere l’ex Nuggets e ricevere in cambio Trey Burke.
  • Tutti a caccia di Dwight Howard. Miami, Toronto e Boston avrebbero parlato con i Rockets. Ma su tutti sembrano esserci gli Charlotte Hornets. Per portare l’ex Magic in Nord Carolina, non si sa però cosa possa offrire Michael Jordan e al momento la trade è ferma. Tuttavia, è probabile che Howard lasci Houston prima delle 21 italiane: il suo agente e lo staff dei Rockets stanno discutendo un affare che vada bene a entrambe le parti.
  • Brooklyn è sul piede della rivoluzione. Brook Lopez, Thad Young e Bargnani sono sul mercato. Su tutti, è più facile si muova il Mago, ma per buyout, così pure Joe Johnson. Inoltre, alla ricerca di un GM Mikhail Prokhorov avrebbe offerto a Sean Marks, vice GM a San Antonio. Il neozelandese, però, sembra al momento rifiutare l’incarico. Si parla anche del coach per l’anno prossimo: Ettore Messina tra i favoriti.
  • L’altra di New York, i Knicks, sembrano al momento calmi: si parlava di Gasol come mentore per Porzingis, oltre a cercare di scaricare
  • Anche Milwaukee, nonostante la stagione deludente e le voci, hanno tolto Greg Monroe dal mercato (su di lui c’erano i Pelicans) e hanno assicurato Michael Carter – Williams che non verrà ceduto. Come avevano detto all’ex Syracuse anche i Sixers …
  • In standby, la trade che porterebbe Channing Frye ai Clippers. La contropartita dovrebbe essere Lance Stephenson, ma a Los Angeles stanno cercando un’altra casa per “Born Ready”.

TRADE UFFICIALI

  1. ORL riceve Brandon Jennings e Ersan Ilyasova, DET riceve Tobias Harris
  2. CHA riceve Courtney Lee da Memphis, MEM riceve Chris Andersen e quattro seconde scelte da Miami e PJ Hairston da Charlotte, MIA riceve Brian Roberts da Charlotte
  3. HOU riceve Joel Anthony e la scelta al Draft 2016, DET riceve Donatas Montiejunas e Marcus Thornton
  4. NOP riceve Jarnell Stokes
  5. CLE riceve Channing Frye da Orlando, ORL riceve Jared Cunningham e una seconda scelta da Cleveland, CLE riceve Anderson Varejao
  6. OKC riceve Randy Foye, DEN riceve DJ Augustin, Steve Novak e due seconde scelte
  7. UTA riceve Shelvin Mack da ATL
  8. PORC riceve Brian Roberts da MIA

Giocatori mossi: 26

Salari mossi: 126.490.551$