NBA Trade – Jerryd Bayless a Boston per aiutare la ricostruzione

Per chiudere le feste in bellezza, i Boston Celtics hanno deciso di farsi il regalo, con una trade non eclatante, ma destinata comunque a giovare ai verdi di coach Stevens. L’altro team coinvolto erano i Memphis Grizzlies e lo scambio vede Jerryd Bayless atterrare a Beantown, mentre in Tennessee andrà a giocare Courtney Lee.

I GIOCATORI – Bayless a Boston può fare bene. Ha un fisico non dissimile da quello di Jordan Crawford, viaggia a 8.1 PPG in 21 MPG di utilizzo, al 30,1% da 3 punti e al 37,7% da due punti, con 2.1 APG. L’ultima partita disputata in maglia Memphis, ossia quella di ieri al Palace di Auburn Hills, lo vede impiegato 26 minuti, realizzare 10 punti al 66% da tre e circa al 43% dal campo. Courtney Lee, invece, raggiungerà Zach Randolph con il tabellino che recita: 7.4 PPG e 1.1 APG in 16 minuti di impiego. Un giocatore di grossa taglia, che Boston lascia delusa, convinta di rilanciare la sua carriera dopo essersi perso tra Nets e Rockets.

LE SQUADRE – I Grizzlies volevano sbarazzarsi da un po’ di Bayless, in cerca magari di una guardia più massiccia e con punti nelle mani rispetto all’ex Arizona. Ci avevano provato a Natale, parlando con i Lakers per l’arrivo di Jodie Meeks; ci sono riusciti oggi, portando a casa un giocatore con ancora molto da vedere, perso dopo le ottime Finali del 2009, disputate da matricola. A livello contrattuale, questo non li aiuta, visto che Lee ha un contratto da quattro anni a 21,5 milioni di dollari. Su questo argomento, meglio per Boston: oltre che buon giocatore dalla panchina, Bayless ha anche un contratto da 6 milioni (3 percepiti quest’anno) che scadrà a Luglio. Quindi, qualora l’esperimento non andasse bene, si può dire che Danny Ainge non ha perso nulla. Inoltre, Memphis aveva bisogno di un uomo veloce, una guardia che sapesse dare il cambio a Tony Allen e che sapesse sostituire l’assenza di Quincy Pondexter, assente per il resto della stagione. Per Boston, si tolgono d’un botto il contratto pesante di Lee, certamente d’ostacolo per un progetto di ricostruzione come quello attraversato in Massachusetts, e si prende un giocatore di sicuro impatto dalla panchina. In attesa di capire cosa succederà sul fronte Bynum – Gasol, questo è sicuramente un buon aperitivo di mercato.

foto: rantsports.com