NBA Trade – Marquis Teague ai Nets esito di un three – team trade

Periodo di intensa attività, nel mercato NBA, dove in questi giorni si affronta  ogni tipo di affare: firme, trade …. Spicca in questi giorni il ritorno di Leandro Barbosa a Phoenix, l’arrivo di Hedo Turkoglu ai Clippers e l’ambientazione di Luol Deng ai Cavaliers. Ma non è ciò di cui tratta questo pezzo.

Parliamo allora di una trade fresca di notizia: nella tarda serata di ieri, i Brooklyn Nets si sono resi protagonisti di un menage a trois, tramite due scambi separati con Chicago Bulls e New Orleans Pelicans. Dai Bulls, in cambio di Tornike Shengelia, è arrivato Marquis Teague; ai Pelicans, invece, è stato mandato Tyshawn Taylor, in cambio di una scelta al secondo giro al prossimo Draft. Una trade, insomma, incentrata molto su un leggero abbassamento del cap per la squadra di Prokhorov (circa 400mila dollari) prendendo in cambio il fratellino di Jeff degli Hawks. I Nets si tolgono i contratti di giocatori inutili nella dinamica del team, ricevendo quel play cambio di Deron Williams che era sfuggito dalle loro mani quando Kyle Lowry è stato tolto dal mercato. Teague, in questa stagione, viaggia a 12.7 MPG, 2.4 PPG e 1.5 APG; un po’ di minutaggio in più e sicuramente queste medie si alzeranno. I Bulls, invece, continuano il loro processo di rebuilding, cedendo il playmaker e prendendo il leggero contratto del georgiano, tra l’altro in scadenza a Luglio, RFA e  che difficilmente verrà riconfermato. Tra l’altro, tra gli obiettivi del team dell’Illinois figurava la cessione dell’ex Kentucky, visto che non è mai piaciuto a coach Thibodeau e il suo rendimento è stato piuttosto sotto le aspettative generali. Il prossimo passo? A quanto si dice in giro, Mike Dunleavy, al quale sono interessati i Rockets. I Pelicans, infine, fanno da ago della bilancia e si prendono anche loro un contratto in scadenza a Luglio. Trade economica e nella quale chi ci guadagna, ovviamente, sono i Nets, almeno finché non tornerà Deron Williams.