Noah è il difensore dell’anno: tutti i numeri che dovete sapere sulla difesa di Joakim

La stellare stagione di Joakim Noah è stata degnamente ricompensata dalla NBA, che ha deciso di assegnargli il premio di miglior difensore dell’anno. Questo è il giusto riconoscimento ad un giocatore che non è una superstar “tradizionale”: è un mastino della difesa, che sotto l’influenza di Thibodeau è diventato un giocatore di pallacanestro a 360 gradi, capace di fare qualsiasi cosa sul parquet per aiutare la sua squadra a vincere. Andiamo a vedere tutti i suoi numeri stagionali, soprattutto quelli che gli sono valsi il premio di miglior difensore. 

26: come il numero di anni che sono passati da quando Michael Jordan è stato eletto miglior difensore della stagione 1987-88. Noah è solo il secondo giocatore nella storia della franchigia a conquistare questo premio. 

11.3: i rimbalzi in media catturati in questa stagione dal francese, che si è affermato come il sesto miglior rimbalzista della lega. 

97.8: i punti per 100 possessi concessi in media dai Bulls durante la regular season. Solo i Pacers hanno statisticamente una difesa migliore (96.7), ma dopo l’All-Star Game George e compagni sono praticamente scoppiati. 

46.8: la percentuale a cui Noah costringe gli avversari vicino al ferro. A dir poco impressionante, che spiega benissimo l’impatto difensivo del francese, grazie al quale Chicago è la seconda miglior squadra nella difesa del pitturato.  

121: le stoppate rifilate in questa stagione dal centro dei Bulls, ovvero oltre 1 a partita. E’ il nono miglior stoppatore della lega. 

7.2: il plus/minus medio di Noah. Per chi non se ne intendesse di queste statistiche, praticamente significa che quando è in campo, i Bulls rifilano quasi otto punti di distacco ogni 100 possessi agli avversari. 

6.6: qui entriamo nel complicato. Questo numero rispecchia le “defensive win shares”, ovvero il numero di vittorie a cui ha contribuito un singolo con le sue giocate difensive. 

80: le partite in cui è partito titolare in questa stagione, suo career high assoluto. 

12.6: i punti segnati in media durante l’anno. Anche in questo caso si tratta del massimo in carriera. 

5.4: è invece il conto degli assist smazzati ad allacciata di scarpe. E’ il primo centro dai tempi di Robinson ad essere il miglior passatore della sua squadra.