Patty Mills e quell’infanzia passata giocando a football australiano…

Patrick Mills è l’eroe inaspettato delle Finals 2014. In particolare, lo ricordiamo  per un terzo periodo devastante nella decisiva gara-5, con ben 4 triple realizzate che hanno mozzato definitivamente le gambe ai Miami Heat. Mills è un giocatore che arriva dall’Australia, la terra della palla ovale, nazione divisa tra rugby e football australiano. Non a caso ha iniziato la sua carriera sportiva con la palla ovale, giocando a football australiano, sport che comprende al suo interno un miscuglio di diverse discipline (rugby, basket, calcio su tutti): in poche parole, la base per poter giocare in qualsiasi altro sport, non a caso in NFL ci sono diversi giocatori che arrivano dall’AFL (il massimo campionato australiano) e diversi giocatori di basket del loro campionato nazionale hanno giocato a questo sport, oppure c’è stato il passaggio opposto.

Ritornando a Mills, giocava a football australiano a livello giovanile, ed in quel periodo ha dimostrato di avere il talento giusto per emergere, tanto che era già stato inserito nel draft nazionale. Nello stesso momento giocava anche a pallacanestro e nel 2007 è arrivato il momento della difficile scelta: continuare a giocare a football australiano o prendere l’aereo ed andare negli Stati Uniti per inseguire un sogno nella pallacanestro? Per nostra fortuna d’amanti di questo sport, ha scelto la seconda opzione e dopo annate difficili ha trovato la sua dimensione nei San Antonio Spurs, dove è diventato un elemento chiave dalla panchina.

In Australia lo rimpiangono perchè in molti erano convinti che poteva essere un vero talento nella AFL. Lo stesso Mills ha dichiarato che la scelta è stata difficile e di essere anche triste di non poter giocare nello sport più popolare del Sud dell’Australia, ma alla fine sta facendo una grande carriera nella lega più importante al mondo di pallacanestro, quindi i suoi sforzi sono stati ampiamente ripagati. Per chi non lo sapesse, Patty è un grande tifoso degli Adelaide Crows: più volte è stato invitato dalla squadra a vedere le partite ed a partecipare alle feste post-partita negli spogliatoi.