Rasheed Wallace dice basta: si ritira il bad boy più amato della NBA

La notizia era nell’aria da diversi mesi, ma adesso è diventata realtà: Rasheed Wallace ha detto basta per la seconda volta. Tornato a sorpresa dopo quasi due anni di stop, il 38enne ha subito fatto innamorare New York, fornendo un contributo maggiore alle aspettative nelle prime 20 partite. Poi, però, gli infortuni sono tornati a fargli visita, togliendolo dalla piazza dal 13 dicembre scorso fino a lunedì, quando ha disputato la sua ultima partita NBA contro gli Charlotte Bobcats.

I Knicks speravano di poter contare su di lui per i playoff, ma Sheed proprio non ce la fa e stavolta ha deciso di ritirarsi definitivamente dal basket professionistico. “Ha dato tutto quello che aveva a questa squadra – ha commentato coach Mike Woodson – lui è un vincente, oltre che un vero professionista ed un leader dentro e fuori dal campo”.

Wallace detiene il record d falli tecnici di tutti i tempi (304), ma nonostante possa apparire un duro ed un polemico, è uno dei bad boy più amati della storia della NBA. Scelto al primo giro del Draft 1995, Sheed ha disputato 15 stagioni nella massima lega americana, vincendo da assoluto protagonista un titolo con i Detroit Pistons nel 2004. Chiude la carriera con 14.4 punti e 6.7 rimbalzi di media a partita.