Ray Allen vuole chiudere la carriera con i Celtics. A Boston che ne pensano?

E se Ray Allen tornasse a Boston? Può sembrare fantamercato, ma stando a quanto riportato dalla NBC di Boston, la guardia avrebbe confidato alle persone a lui vicine che sta pensando di uscire dal contratto con gli Heat per poter chiudere la carriera indossando un’ultima volta la canotta dei Celtics. Sulla carta l’affare sarebbe fattibile, ma che interesse avrebbe Boston a riprendere una guardia tiratrice che a luglio farà 38 anni e che ormai sta a fatica su un parquet della NBA? Inoltre, non va dimenticato che nel ruolo di sesto uomo i Celtics hanno già Jason Terry, che ha un contratto garantito anche per le prossime due stagioni.

L’idea di un ritorno a Boston di “He Got Game” sta dividendo i tifosi: quest’ultimi si sono sentiti traditi quando nel luglio del 2012 ha deciso di portare i suoi talenti a South Beach per tentare l’assalto al suo secondo titolo NBA, tanto che in molti hanno bruciato la sua maglia ed è stato anche fischiato quando è tornato a Boston da avversario. Nonostante abbia concluso la stagione regolare con 10,9 punti di media, Allen è apparso in netto declino, tanto che in questi playoffs, ed in particolare nella serie con i Pacers, è poco più che un oggetto misterioso. A Ray piacerebbe concludere la carriera a Boston, ma i Celtics sarebbero d’accordo? Questa dovrebbe essere l’estate della rifondazione e prendere un 38enne in un ruolo già coperto solo per questioni di cuore non sarebbe il massimo.