Regular season NBA 2014-15: le 10 gare assolutamente da non perdere

Il calendario della regular season 2014-15 è stato ufficialmente rilasciato, e come sempre anche nel corso di questa stagione non mancheranno affatto degli incontri da cerchiare in rosso sul calendario. Ovviamente diverse partite da non perdere vedono i Cavaliers protagonisti, dato che sono la squadra più chiacchierata dell’estate grazie al ritorno di LeBron James ed all’arrivo di Kevin Love. Andiamo a dare uno sguardo ai 10 match assolutamente da vedere nella prossima regular season. 

28 OTTOBRE – DALLAS MAVERICKS @ SAN ANTONIO SPURS
Sarà un momento molto emozionante per il popolo nero-argento, che potrà srotolare sul soffitto dell’AT&T Center il quinto titolo NBA nella storia della franchigia. Non sarà solo una serata importante dal punto di vista emotivo, ma anche sul piano del gioco promette di regalare un confronto interessante. Dopo essere stati gli unici a far faticare i campioni NBA negli scorsi playoffs, costringendoli a gara 7 del primo turno, i Mavericks in quest’estate si sono rinforzati ulteriormente con il ritorno di Chandler e l’innesto di Parsons. Sarà una prima occasione per testare il livello di Dallas, che punta a guadagnare qualche posizione in più rispetto allo scorso anno.

29 OTTOBRE – CHICAGO BULLS @ NEW YORK KNICKS
Derrick Rose è finalmente tornato sano, dopo aver saltato quasi completamente le ultime due stagioni. I Bulls sono reduci da un offseason importante, in cui hanno puntato forte sul giusto mix di esperienza (Pau Gasol) e gioventù (McDermott, Mirotic). Ma tutto, come sempre, gira attorno a Rose: se sta bene, Chicago può essere considerata una contender. La stagione dei Bulls si aprirà al Madison Square Garden, dove Derrick testerà la sua condizione. E nel frattempo potremo vedere subito contro un’avversaria di livello i nuovi Knicks di Fisher e Jackson. 

30 OTTOBRE – NEW YORK KNICKS @ CLEVELAND CAVALIERS
Più che per il buon livello che dovrebbe garantire, questo incontro è da non perdere perché segnerà il ritorno sul parquet di casa di LeBron James, dopo averlo saggiato per l’ultima volta in occasione di gara 5 delle semifinali della Eastern Conference nel 2010. Inoltre, dovrebbe essere la prima volta insieme di James, Love e Irving. 

31 OTTOBRE – CLEVELAND CAVALIERS @ CHICAGO BULLS
Secondo gli addetti ai lavori, queste due franchigie sono le favorite per il primo posto della Eastern Conference. Qualche buona indicazione sarà possibile trarla dal primo confronto, che segnerà anche il ritorno sul parquet dei Bulls di Derrick Rose, da quando si è infortunato nuovamente nel corso dell’ultima stagione. 

5 DICEMBRE – LOS ANGELES LAKERS @ BOSTON CELTICS
Entrambe sono state lottery team nella scorsa annata, e anche stavolta non ci sono aspettative molto migliori, ma le partite tra Celtics e Lakers sono sempre emozionanti, per via dell’antica rivalità. Inoltre, qualche giocatore che è stato protagonista nelle Finals del 2008 e del 2010 c’è ancora: Rajon Rondo, rumors di trade a parte, ai blocchi di partenza sarà ancora la mente di Boston, mentre Kobe Bryant è sempre il volto della franchigia losangelina. 

11 DICEMBRE – CLEVELAND CAVALIERS @ OKLAHOMA CITY THUNDER
LeBron James e Kevin Durant, due tra i migliori giocatori della NBA e gli ultimi due MVP, si affronteranno per la prima volta in stagione a metà dicembre e lo spettacolo è assicurato. Potrebbe essere un potenziale confronto da Finals. 

25 DICEMBRE – CLEVELAND CAVALIERS @ MIAMI HEAT
Per la prima volta dopo averla lasciata nel corso dell’estate con la sua Decision 2.0, James tornerà a Miami da avversario. Il quattro volte MVP della lega si è reso protagonista di grandi cose in quattro anni trascorsi tra le fila degli Heat, raggiungendo sempre le Finals e vincendo due titoli consecutivi. 

23 GENNAIO – CLEVELAND CAVALIERS @ MINNESOTA TIMBERWOLVES
Con l’avvento del nuovo anno, per la prima volta Kevin Love metterà piede sul campo di Minnie da avversario. Sarà interessante vedere come reagirà Andrew Wiggins, spedito dai Cavs ai T-Wolves dopo essere stato scelto con la n.1 nell’ultimo Draft, e soprattutto il pubblico, che probabilmente non riserverà a Kevin molti applausi. 

12 MARZO – CLEVELAND CAVALIERS @ SAN ANTONIO SPURS
Anche questo potrebbe tranquillamente essere un antipasto delle Finals. James non ha proprio dei bei ricordi dei confronti con gli Spurs: lo scorso anno ha dovuto cedere il titolo con un perentorio 4-1, mentre due anni fa solo un miracolo di Ray Allen lo ha salvato dalla sconfitta. A testimonianza del fatto che del poco feeling di LeBron con i texani, c’è anche il netto ko subito tra le fila dei Cavs nelle Finals del 2007. 

7 APRILE – SAN ANTONIO SPURS @ OKLAHOMA CITY THUNDER
Queste due franchigie si sono incontrate due volte negli ultimi tre playoffs ed è ormai maturata una certa rivalità. Lo scorso anno i Thunder sono stati eliminati in 6 gare nella finale di Conference. L’incontro del 7 aprile potrebbe essere giocato sui livelli consoni ai playoffs, dato che una vittoria potrebbe ancora spostare gli equilibri in ottica primo posto ad Ovest.