Rising Stars Challenge 2014: Drummond MVP, ma il vero spettacolo è tra Waiters e Hardaway Jr.

Il primo evento dell’All-Star Weekend è archiviato. La squadra di Grant Hill ha sconfitto il Team Webber per 142-136. Nell’ultimo minuto Beal ha fatto 1/2 dalla lunetta, lasciando un solo possesso tra le due squadre. A quel punto il suo compagno di squadra Drummond si è avventato a catturare il suo 25o rimbalzo (record di ogni epoca per la competizione) e il Team Webber non ha quindi avuto la possibilità di tirare per il pareggio. Questa, sostanzialmente, la cronaca dell’unico momento determinante dal punto di vista del risultato. La partita ha regalato qualche azione spettacolare e un duello epico nel secondo tempo, ovvero quello tra Dion Waiters e Tim Hardaway Jr.

DRUMMOND – Il premio di MVP è stato assegnato ad Andre Drummond. L’impatto del centro dei Pistons è stato devastante: semplicemente nessun altro giocatore sul parquet, compreso il padrone di casa Anthony Davis (16 punti e 8 rimbalzi in 28 minuti), aveva la sua voglia di spendersi nel pitturato per accumulare un buon bottino personale. Già a fine primo tempo Drummond aveva sentenziato: «Se continuo così posso vincere l’MVP della gara». Drummond ha chiuso le speranze del Team Webber con il rimbalzo offensivo finale e, con 25 rimbalzi totali, ha scritto un nuovo record per questa competizione superando il precedente primato di DeJuan Blair. Ha anche segnato 30 punti. L’unica nota dolente della sua serata è stata la consegna del trofeo, franato sul parquet.

VIDEO – La prestazione di Drummond al Rising Stars Challenge
VIDEO – Drummond vince l’MVP…ma il trofeo cade!

WAITERS VS HARDAWAY JR. – Il vero spettacolo, però, lo hanno regalato Waiters e Hardaway Jr. nel secondo tempo. La sfida l’ha iniziata l’esterno dei Knicks, con 8’ 58” sul cronometro, dall’arco. Waiters ha risposto in fade-away, Hardaway Jr. ha trovato ancora la tripla. Dopo un canestro a testa in penetrazione, i due si sono scambiati anche due canestri consecutivi dall’arco. Waiters ha vinto il premio per l’azione più spettacolare all’interno di questo duello: dopo un crossover con cui ha messo a terra l’avversario, ha aspettato che si rialzasse e gli ha sparato la tripla in faccia. Dopo un paio di minuti di pausa, i due sono tornati a carburare e hanno segnato nuovamente due canestri a testa dalla lunga distanza. Per Waiters 31 punti e 7 assist con 10/14 dal campo. Hardaway Jr. ha risposto con 36 punti, 12/23 dal campo e 7/16 da tre.

VIDEO – L’epico duello tra Dion Waiters e Tim Hardaway Jr. al Rising Stars Challenge

Team Webber-Team Hill 136-142 (66-67 al 20’)

Team Webber: Olynyk 9, Sullinger 13, Davis 16, Oladipo 13, Carter-Williams 17, Burke 6, Adams 6, Hardaway Jr. 36, Mason Plumlee 20.
Team Hill: Barnes 16, Drummond 30, Valanciunas 4, Beal 21, Lillard 13, Waiters 31, Jones 14, Antetokounmpo 9, Miles Plumlee 4.