Tre eventi che potrebbero cambiare la NBA, se gli Spurs dovessero vincere il titolo

Nessuno ha mai vinto il titolo dopo essere stato sotto 3-1 nella serie. LeBron James ed i suoi Heat non hanno intenzione di arrendersi, almeno a parole, e vogliono provare ad espugnare San Antonio, per riportare la serie a Miami. Gli Spurs, però, hanno tutt’altre idee e partono con i favori del pronostico, dato che hanno il fattore campo a favore e vengono da due partite perfette, che hanno completamente spaccato la serie, avvicinandoli al quinto titolo degli ultimi 15 anni. Nel caso in cui stanotte i texani dovessero chiudere i giochi, a partire dal giorno seguente, molto potrebbe cambiare non solo per le singole franchigie, ma per la NBA intera. Valutiamo tre delle possibilità più intriganti. 

IL RITIRO DI DUNCAN – Ogni grande giocatore sogna di chiudere una carriera leggendaria, da Hall of Fame, con un’ultima grande impresa. Bill Russell ci è riuscito, John Elway anche, adesso spetta a Tim Duncan. A 38 anni, è chiaramente al tramonto della sua carriera, anche se il caraibico ha sorpreso ancora una volta tutti, regalandosi l’ennesima stagione mostruosa, nonostante quella scorsa culminata con la cocente sconfitta a gara 7 sembrava dovesse essere l’ultima ad alto livello. Adesso Tim è ad una sola vittoria dal centrare il suo obiettivo, il titolo per chiudere la carriera. Molte voci insistono sul fatto che potrebbe tornare in campo anche nella prossima stagione, ma la sensazione è che se si metterà il quinto anello al dito, appenderà le sneakers al chiodo. 

IL RITIRO DI WADE – Questa potrebbe essere una sorpresa clamorosa perché non se ne sta affatto parlando, ma è difficile ignorare la situazione che riguarda Dwyane. I suoi numeri non sono terribili, ma le Finals 2014 stanno dimostrando quanto sia crollata la sua efficacia. Finora ha regalato giusto qualche giocata d’orgoglio, ma per il resto è stato il grande assente degli Heat: distratto in difesa, troppo fermo in attacco. A 32 anni, il suo corpo, ma soprattutto le sue ginocchia, sono ormai martoriate dai problemi: si è già messo 3 anelli al dito, se Miami dovesse perdere, non è da escludere che Wade potrebbe decidere di dire basta dopo 11 anni di onorata carriera. 

LEBRON JAMES LASCIA GLI HEAT – C’è la possibilità che il Prescelto decida di cambiare aria dopo le Finals? Teoricamente sì, dato che ha un’opzione per uscire dal contratto che lo lega a Miami e testare così la free agency. Dove ci sarebbero diverse squadre che potrebbero offrirgli delle prospettive migliori degli Heat, che sono la squadra più anziana della NBA e sembrano essere svuotati dopo 4 Finals consecutive. Potrebbe fare ritorno a Cleveland, dove Irving e la futura prima scelta lo aspetterebbero a braccia aperte, oppure provare ad aprire una nuova dinastia ai Bulls con Rose e Noah. Potrebbe addirittura finire ai Lakers: insomma, le opzioni non mancherebbero, nel caso in cui decidesse di uscire dal contratto con gli Heat.