Westbrook si rompe il menisco: la strada verso l’anello si fa tutta in salita per OKC

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno per gli appassionati NBA. I Playoffs NBA perdono, almeno per il momento, un altro grande protagonista: si tratta di Russell Westbrook, uno che non ha mai saltato una partita nella sua carriera nella lega, che ha riportato la rottura del menisco laterale del ginocchio destro. Il playmaker verrà operato nei prossimi giorni: i tempi di recupero sono ancora molto incerti, non è detto che la sua stagione sia finita qui, ma solitamente per un infortunio del genere ci vuole almeno un mese per il pieno recupero.

Questo è un durissimo colpo per Oklahoma, non solo a livello tecnico, dato che perde il suo secondo violino, ma anche a livello psicologico: la notizia potrebbe gettare sotto i piedi il morale dei Thunder, anche se difficilmente i Rockets riusciranno ad approfittarne, visto che la serie è già sul 2-0. Westbrook sembra che si sia fatto male in seguito ad un scontro con Patrick Beverley nel corso del secondo quarto in gara 2. Nonostante il dolore, la stella di Oklahoma ha completato l’incontro, risultando anche determinante con i suoi 29 punti.

Pur essendo notoriamente un giocatore un po’ confusionario e accentratore, senza il suo genio e la sua sregolatezza la strada verso l’anello si fa piena di ostacoli per i Thunder: il solo Kevin Durant potrebbe non bastare per arrivare a giocarsi il titolo e già nel prossimo turno, contro la vincente della serie tra Clippers e Grizzlies, rischierebbero di dire addio ai playoff.