NBA Temi della notte

NBA Stats: Durant non dà scampo ai Thunder nella prima da ex

Molti i dati statistici nella nottata NBA. Partendo dai Bucks, che regolano con una prova di forza i Pacers (125-107 il finale), va segnalato il fatto che Giannis Antetokounmpo flirti ancora una volta con la tripla-doppia: per il greco 27 punti, 7 rimbalzi e 9 assist in meno di 34′ sul parquet. A ben coadiuvarlo ci pensano un Jabari Parker da 27 punti (11/17 dal campo) e 8 rimbalzi, nonché un Greg Monroe decisivo e incisivo, autore di una doppia-doppia da 16 punti e 16 rimbalzi (cui aggiunge anche 6 assistenze). Impossibile, però, non affrontare subito i dati di Durant.

Le luci, infatti, sono ovviamente puntate sulla sfida tra Durant e Westbrook, ossia tra Warriors e Thunder. Il primo quarto sembrerebbe presagire una partita in salita per Golden State, ma l’ingresso di KD scombina le carte in tavola e porta un parziale di 22-3 (in cui Durant stesso realizza 13 punti) in 6 minuti e mezzo a cavallo tra prima e seconda frazione. Golden State si impone così per 122-96 e trova numeri di squadra incredibili: 51.1.% dal campo, 46.7% da tre di squadra, 14 stoppate rifilate ai Thunder (4 del solo Green) e ben 78 punti realizzati dal trio Durant-Thompson-Curry. KD trova una prestazione da 39 punti (7/11 da tre) e 7 rimbalzi, con un plus/minus personale di +21 (secondo solamente al +34 di Iguodala). Westbrook si consola solamente per una statistica: realizza o assiste 43 punti (20 segnati, 23 assistiti). Eppure il play di OKC non riesce ad essere devastante come al solito e trova una serata storta anche al tiro (4/15 complessivo).

I Cavaliers continuano la loro perfetta marcia e vincono anche contro i Celtics (128-122 il finale), godendosi un LeBron James da 30 punti, 7 rimbalzi e 12 assist. Per James è la 52° partita in carriera in cui a referto vanno almeno 30 punti e 10 assist: negli ultimi 30 anni, nessuno è riuscito a fare meglio. Giocatore universale, senza se e senza ma, LeBron trova ottime risposte anche dai compagni, come testimoniato dalla doppia-doppia di Thompson (15 punti, 14 rimbalzi e anche 3 stoppate) e dalle solite, illegali, giocate di Kyrie Irving, autore di 23 punti (9/18 al tiro).

Menzione finale anche per i Nuggets di Danilo Gallinari, che trovano la seconda vittoria stagionale e si issano provvisoriamente all’ottavo posto ad Ovest. Denver, infatti, supera in trasferta i Timberwolves (99-102 il finale) nonostante nell’ultimo minuto e mezzo del match gli errori da ambo le parti siano molti. Decide, così, il 2+1 firmato da Emmanuel Mudiay (su fallo di Towns). Gallinari chiude con 19 punti (6/9 al tiro) e 5 rimbalzi, mentre per Minnie il migliore risulta essere, ancora una volta, Karl-Anthony Towns, autore di 32 punti e 14 rimbalzi, nonostante il fallo prima citato.