12 partite nella notte NBA: cos’è cambiato nelle griglie playoffs delle due Conference

In una notte in cui sono scese in campo quasi tutte le franchigie (12 partite in programma), non sono mancati risultati importanti ed altri sorprendenti in ottica playoffs.

EASTERN CONFERENCE – I Miami Heat sono andati a sbattere contro i Memphis Grizzlies. 107-102 in finale di un match che è servito a Z-Bo e compagni a tenere in vita le loro speranze di finire della griglia playoffs. Secondo ko consecutivo per la truppa di coach Spoelstra, che adesso è scesa nuovamente al secondo posto, con mezza partita di ritardo sugli Indiana Pacers. Quest’ultimi hanno rischiato l’ennesima figuraccia di questo periodo, stavolta contro i Bucks. Con i titolari panchinati per tutta la partita, ci ha pensato il mitico Chris Copeland a salvare i suoi, con il game-winner del 104-102. Evan Turner, Luis Scola e Copeland hanno segnato complessivamente 65 punti dei Pacers: no, non è uno scherzo.
Continua la bagarre anche per le altre posizioni: il terzo posto è sempre conteso tra Raptors e Bulls. Toronto si è imposta tranquillamente sui Sixers tra le mura amiche, mentre Chicago ha schiantato a domicilio i T-Wolves, trascinati dall’ennesima tripla-doppia di Joakim Noah. Alle loro spalle I Nets sono scivolati sorprendentemente contro i Magic, mentre i Bobcats l’hanno spuntata sui Wizards dopo un overtime e sono saliti al sesto posto proprio a discapito di Washington. In chiusura importantissimo il successo degli Hawks, bravi a rimontare dal -9 negli ultimi 5 minuti e ad imporsi sui Celtics: con questo successo, ai Knicks servirebbe un miracolo per recuperare 2 partite di svantaggio a 4 dalla fine.
Schermata 04-2456758 alle 11.40.56

WESTERN CONFERENCE – Il match della notte è sicuramente quello tra Thunder e Clippers. Durant e compagni sono riusciti ad avere la meglio per 107-101, in uno scontro diretto cruciale per il secondo posto: grazie a questo successo, Oklahoma City ha blindato la sua posizione in classifica alle spalle degli Spurs. Se i Rockets sono sorprendentemente caduti sul campo dei Nuggets sotto i colpi di uno straordinario Randy Foye da 30 punti e 15 assist, i Blazers invece hanno colto un successo da brividi contro i Kings, battuti al fotofinish per 100-99. Portland ha così messo 2 partite di distacco tra il suo quinto posto ed il sesto occupato dai Warriors. In chiusura, i Suns hanno violato il campo dei Pelicans e non hanno pagato dazio per la vittoria dei Grizzlies, conservando l’ottavo posto a sola mezza partita di distanza dai Mavericks.
Schermata 04-2456758 alle 12.03.45