2 temi della notte NBA: OKC gela la striscia degli Spurs, vittoria fondamentale per i Mavericks

TROPPA ENERGIA PER OKC, SPURS KO – La striscia degli Spurs si ferma a 19 vittorie consecutive, quella di Durant prosegue e raggiunge quota 39 partite con 25 o più punti segnati. A KD basterà mettere a referto questa cifra sul campo dei Rockets nel match di questa notte per eguagliare le 40 gare consecutive di Michael Jordan. Gli Spurs erano alla quinta partita negli ultimi otto giorni e non hanno avuto abbastanza energia nel secondo tempo per affrontare una difesa dei Thunder che è arrivata su ogni pallone possibile. Popovich, che ha tenuto a riposo Manu Ginobili per l’intera gara, ha anche fatto a meno di Tim Duncan e Tony Parker nel quarto periodo. OKC ha scavato il solco nel terzo quarto, dopo che San Antonio aveva mantenuto un discreto vantaggio nel primo tempo grazie ai canestri di Mills e alla difesa di un Leonard capace di tenere Durant a 4/13 dal campo. Per gran parte dell’ultimo quarto Pop ha schierato un quintetto composto da Mills, Belinelli, Green, Leonard e Splitter. Mills, in solitaria, ha rischiato l’impresa riuscendo a riavvicinare gli Spurs fino al -7 con 8 punti consecutivi, ma l’energia di Westbrook, sotto forma di palla rubata e schiacciata in contropiede, ha definitivamente messo a tacere le speranze degli Spurs. San Antonio mantiene 4 vittorie di vantaggio sui Thunder, che però hanno giocato due partite in meno.

MAVS, VITTORIA FONDAMENTALE SUI CLIPPERS – I Dallas Mavericks vincono un po’ a sorpresa sul campo dei Los Angeles Clippers e fanno un passo avanti in ottica Playoffs in attesa delle risposte di Grizzlies e Suns. Il calendario dei Mavs in questo finale di stagione è complicato e prevede anche gli scontri diretti contro le due rivali. È fondamentale perciò che Nowitzki riesca a condurre i compagni al maggior numero di vittorie possibili se vuole riportare la sua squadra ai Playoffs dopo un anno di assenza. Nelle precedenti tre partite contro i Clippers aveva accumulato un 2/17 al tiro nei quarti quarti, ma questa volta il tedesco ha svolto perfettamente il suo lavoro e ha tirato 3/5 nel periodo decisivo. La sua è stata una gara da 26 punti, 11 rimbalzi, 10/18 dal campo e 4/7 dall’arco. I Mavericks, in stagione, hanno perso due partite contro i Clippers dopo aver toccato un vantaggio in doppia cifra nel quarto quarto. Anche in questo caso hanno rischiato grosso: Vince Carter ha segnato per il 97-109 a 2’ 50” dalla fine, poi i padroni di casa hanno dato vita ad un parziale 10-0 e J.J. Redick e Darren Collison hanno entrambi sbagliato una tripla per firmare quello che sarebbe stato un incredibile sorpasso. Nowitzki ha quindi potuto chiudere i conti dalla lunetta. Griffin ha realizzato una tripla-doppia da 25 punti, 10 rimbalzi e 11 assist, ma ha anche patito un infortunio alla caviglia nelle azioni finali della gara.