4 temi della notte NBA: Hawks verso i PO, per i Sixers record negativo, la lotta ad Ovest

HAWKS A RITMO PLAYOFFS – Proprio nel momento migliore dei Knicks, con la squadra trascinata da Carmelo Anthony che ha raggiunto sei vittorie consecutive, gli Atlanta Hawks ritrovano la fiducia nel sistema di Budenholzer e portano a casa la quarta vittoria in fila. Questo successo è arrivato sul campo dei Bobcats e ridà agli Hawks, tra l’altro, la possibilità di sperare nel settimo posto. La situazione al momento vede Charlotte testa di serie numero 7 con un record di 33-35, Atlanta dietro con 30-35 e i Knicks appena fuori dalla post-season con 27-40. Al Jefferson, che ha vinto il premio di giocatore della settimana della Eastern Conference, non è stato incisivo come nell’ultimo periodo e si è accontentato di 16 punti e 12 rimbalzi con 6/15 al tiro. MVP della gara per gli Hawks il solito Paul Millsap: 28 punti, 12/20 dal campo e 5 rimbalzi.

IL RECORD DEI SIXERS – Il calendario non è stato clemente con i Philadelphia 76ers, che si sono ritrovati contro gli Indiana Pacers nella gara che poteva evitare ai ragazzi di Brett Brown di finire nella parte sbagliata del libro dei record di franchigia. I Sixers hanno tenuto bene il campo, ma il divario tecnico tra le due squadre è troppo ampio e alla fine il risultato ha dato ragione ad Indiana. Coach Brown ha dato la colpa ai troppi errori al tiro libero (11/20; 1/5 del solo Carter-Williams). A proposito di Carter-Williams, il candidato numero uno per il Rookie of the Year ha sfoderato le solite scintillanti statistiche: 15 punti (7/20 dal campo), 13 rimbalzi e 5 assist. I 76ers non avevano mai perso 21 partite consecutive nella loro storia.

LA SITUAZIONE AD OVEST / PRIMI POSTI – Dopo 11 vittorie consecutive, si interrompe la striscia vincente dei Los Angeles Clippers. Ci è voluto al Pepsi Center un grande sforzo collettivo dei Nuggets, che hanno mandato sei giocatori in doppia cifra. I giocatori di Doc Rivers hanno pagato la serata storta al tiro per Blake Griffin (26 punti, ma 7/25 dal campo). Kenneth Faried ha confermato il suo straordinario periodo di forma con 18 punti e 16 rimbalzi. Gli Oklahoma City Thunder hanno invece trionfato sul campo dei Chicago Bulls: Kevin Durant ha segnato 35 punti (con 12 rimbalzi e 5 assist) nonostante la tenace difesa predisposta da Thibodeau. Il backcourt dei Bulls ha pagato lo sforzo difensivo nell’altra metà campo e ha tirato con basse percentuali. Il quarto posto nella Western Conference resta saldo nelle mani dei Rockets, che nonostante l’assenza di Howard hanno rifilato 38 punti agli Utah Jazz.

LA SITUAZIONE AD OVEST / ULTIMI POSTI – Un risultato importante per la lotta Playoffs nella Western Conference arriva dal Barclays Center: i Suns sono caduti sul campo dei Nets, che hanno raggiunto la nona vittoria consecutiva tra le mura amiche. Phoenix si trova ora ad 1.5 vittorie di distanza dai Memphis Grizzlies e potrebbero dover dire addio al sogno Playoffs. Per i Nets grande prova di Deron Williams, autore di 28 punti con 11/13 dal campo. Un’altra squadra che gioisce della sconfitta dei Suns è Dallas. La compagine texana ha avuto vita meno facile del previsto contro i Celtics, ma ha ugualmente vinto la partita e ha messo 2.5 vittorie di distacco dal nono posto. Top scorer dei Mavs ovviamente Dirk Nowitzki, con 19 punti.

Photo: nba.com