NBA Temi della notte

Golden State Warriors: la squadra dei record che non ne perde mai due di fila

Hanno sofferto più del solito, rischiando anche di gettare quattordici lunghezze di vantaggio, ma alla Oracle Arena i Warriors non hanno mancato l’appuntamento con la storia: battendo per 119-113 i Magic, hanno conquistato la 45esima vittoria consecutiva tra le mura amiche: questo è un record assoluto della NBA, strappato ai Bulls del 1995-96, che si fermarono a quota 44. Andiamo a vedere i numeri che meglio esemplificano quanto accaduto stanotte nel match disputatosi ad Oakland.

6 – In questa regolar season, finora Golden State ha sempre avuto la meglio nella partita successiva ad una sconfitta. Se dovesse confermare questa tendenza fino alla fine, la truppa di coach Kerr diventerebbe la prima squadra nella storia NBA a disputare un’intera stagione senza perdere in back-to-back.

301 – Fate pure 301 triple in stagione per Steph Curry. Il leader dei Warriors era chiamato ad un immediato riscatto, dopo l’irriconoscibile prestazione di domenica sera, in cui non ha trovato il suo solito ritmo (1/10 da oltre l’arco) e soprattutto è apparso un po’ troppo superficiale nella gestione del pallone. In realtà, anche stanotte dal punto di vista dei turnovers i Warriors non sono stati perfetti, dato che ne hanno commessi 24 (season-high), che hanno portato a 23 punti in transizione dei Magic. Al di là di questo, va comunque dato atto a Curry di aver reagito da grande giocatore, firmando la 21esima prova da almeno 40 punti, collezionando anche 13 rimbalzi e 4 recuperi: per la precisione, Steph ne ha segnati 41 con 7/12 da tre, diventando il primo giocatore di sempre a tagliare il traguardo delle 300 triple in una singola annata.

68 – Come i punti in due realizzati da Curry e Klay Thompson, che si sono lasciati in fretta alle spalle l’1/18 da tre dello Staples Center, tornando ad essere efficaci e soprattutto decisivi: stavolta gli “Splash Brothers” hanno messo a referto 12 triple con il 50%.

36 – Come la percentuale di possibilità che, secondo il “Power Index” di ESPN, i Warriors hanno di vincere almeno 73 partite e di battere il miglior record della storia NBA, appartenente ai Bulls del 1995-96. Attualmente Golden State è 56-6 e, volendo guardare al futuro a breve termine, è attesa da cinque partite alla Oracle Arena, in cui partirà con almeno l’87% di possibilità di vittoria. A far visita a Curry e compagni saranno i Jazz (mercoledì), i Blazers (venerdì), i Suns (95%), i Pelicans (91%) e i Knicks (91%).