NBA Temi della notte

I “Rain Brothers” alla conquista della NBA: e questo Lillard è ai livelli di Curry…

Nella passata stagione, in cui i Blazers sembravano essere avviati sulla buona strada per diventare una contender all’interno della Western Conference, LaMarcus Aldridge soprannominò Damian Lillard e Wesley Matthews come i “Rain Brothers”. Questo perché in una città piovosa come Portland, il backcourt dei Blazers faceva piovere triple. Nel corso dell’estate, però, tutto è cambiato: quattro dei cinque titolari della scorsa stagione sono partiti, ed è rimasto solo Lillard, che però ha presto trovato un compagno addirittura migliore con cui formare i “Rain Brothers”. Stiamo parlando ovviamente di C.J. McCollum, che al suo terzo anno nella NBA ha guadagnato un posto in quintetto, che sta onorando con una stagione pazzesca: da 6.8 è passato a 20.9 punti di media con il 40.2% da oltre l’arco, conditi da 3.6 rimbalzi, 4.3 assist e 1.2 recuperi in 34.9 minuti.

Stanotte il duo Lillard-McCollum si è reso protagonista di un’altra splendida prestazione: Damian ha segnato 24 punti nel primo tempo, 16 nei soli 4 minuti e 25 prima dell’intervallo, grazie ai quali i Blazers sono andati avanti di 8, chiudendo poi a quota 30; mentre C.J. ha realizzato 21 dei suoi 25 punti finali nella seconda metà di gara. Complessivamente, Lillard sta disputando una stagione eccezionale, soprattutto da quando ha ricevuto la notizia della mancata convocazione all’All-Star Game: uno smacco troppo grande per un giocatore che ha segnato 30 o più punti in otto delle ultime nove partite disputate dal primo febbraio ad oggi.

In tale arco di tempo, nessun altro giocatore della NBA può vantare una simile striscia, neanche Steph Curry, che ha firmato 30+ punti una volta in meno del leader dei Blazers. Il quale, tra l’altro, sta tirando con percentuali eccellenti: nelle ultime nove uscite, è passato dal 49% al 67% nella “resticted area” e dal 36% a 42% da oltre l’arco. Inoltre, Damian è stato impeccabile dalla lunetta ed ha una striscia aperta di 48 tiri liberi consecutivi, la più lunga di questa stagione e la più lunga all’interno di Portland da quando Damon Stoudamire ha realizzato 58 liberi in fila nel 2005.