I Wizards si dimenticano come si segna e scrivono la storia all’incontrario dei playoffs

I Wizards hanno dimenticato letteralmente come si fa canestro. Contro una difesa dei Pacers comunque in crescita, Washington è uscita con le ossa rotte da gara 3 ed è andata  sotto 2-1 nella serie. Nel primo quarto solo un buzzer beater di John Wall ha permesso ai padroni di casa di firmare il loro 17esimo punto nel primo quarto: poi non sono nemmeno riusciti a mantenere questo ritmo bassissimo, chiudendo con la miseria di 63 punti, frutto anche di un terzo quarto da 12 punti brutto quanto due dita negli occhi. Al suono della sirena finale, i Wizards hanno ben poco da festeggiare: hanno fatto registrare il quarto punteggio più basso nella storia dei playoffs da quando è stato introdotto il cronometro nel 1954-55. Questo sicuramente non è il tipo di storia che Wall, Beal e compagni speravano di scrivere in questa serie, soprattutto dopo aver conquistato una bella vittoria in gara 1 ed essere andati vicini al colpaccio in gara 2.

Ed invece adesso si ritrovano in una classifica veramente poco onorevole:
– Utah Jazz, 54 punti contro i Chicago Bulls nel 1998
– New Jersey Nets, 56 punti contro i Detroit Pistons nel 2004
– Cleveland Cavaliers, 61 punti contro i Detroit Pistons nel 2006
– Washington Wizards, 63 punti contro gli Indiana Pacers nel 2014

Solo altre cinque squadre sono state in grado di segnare così pochi punti, come ha fatto stanotte la truppa di coach Wittman: la più recente è stata New Orleans nel 2009 contro Denver. In generale, gara 3 è stata una partita orribile da guardare, segnata da un tiro sbagliato dietro l’arco. I Wizards hanno chiuso con il 32.9% dal campo, tra cui 4/16 da oltre l’arco e 11/21 dalla lunetta. Potremmo accreditare un simile scempio offensivo all’ottima difesa di Indiana, ma c’è da dire che Washington ci ha messo molto del suo, incappando in una serata negativissima in cui ha sbagliato anche tiri che di solito mette ad occhi chiusi. Il miglior marcatore è stato Beal con 16 punti, ma quando il tuo miglior attaccante tira con 6/19 c’è davvero poco da fare. Adesso è lecito aspettarsi che i Wizards in gara 4 scenderanno in campo con il coltello dei denti: anche perché una sconfitta potrebbe portarli ad un passo dall’eliminazione.