NBA Playoffs: Chicago sorprende Miami, San Antonio vince su Golden State dopo due OT

Solo 9 punti per LeBron James nei primi tre quarti, poi il giocatore dei Miami Heat ha preso il sopravvento con cinque canestri (tre dei quali col fallo) per aprire l’ultimo periodo. Gli Heat, però, non avevano fatto i conti con due giocatori dei Chicago Bulls. Con 5’ sul cronometro, Marco Belinelli ha segnato la tripla del 76-76. Poi, dalla stessa distanza, ha replicato per l’86 pari tre minuti più tardi. A quel punto, è stato Nate Robinson a prendere per mano i suoi con due canestri e un 3/4 dalla lunetta, chiudendo definitivamente la partita. KryptoNate ha finito il match a 27 punti e 9 assist, mentre Jimmy Butler, in campo anche questa volta (come nelle due precedenti gare) per 48 minuti, ha messo assieme 21 punti e 14 rimbalzi. 24 punti, 8 rimbalzi e 7 assist per LBJ.

«Sono passato dal volerlo scambiare al volergli cucinare la colazione per domani mattina». Così Gregg Popovich ha commentato la prestazione di Manu Ginobili, arrivato a pochi secondi dal termine con 13 punti e 5/19 dal campo. L’argentino ha poi segnato la tripla della vittoria, chiudendo la partita a quota 16 punti, 7 rimbalzi e 11 assist. Per i Golden State Warriors è stata un’occasione buttata, dal momento che non riusciranno a tenere spesso queste percentuali contro i San Antonio Spurs, una squadra che per giunta non ha potuto contare su Tim Duncan nel finale a causa di un problema allo stomaco. A 4’ 30” dalla fine del quarto quarto, gli ospiti erano avanti di 16 punti. Poi Tony Parker (28 punti, 8 rimbalzi e 8 assist) e Kawhi Leonard (18 punti e 9 rimbalzi), prima non troppo efficaci, hanno messo assieme un parziale incredibile (15-0), smorzato solo da un canestro di Jack. Danny Green, dal perimetro, ha forzato il primo overtime. Nel primo supplementare è stato Jarrett Jack a segnare il canestro del nuovo pari, mentre nel secondo, prima del canestro decisivo di Ginobili, Kent Bazemore in contropiede aveva portato avanti Golden State. Da segnalare la prova di Steph Curry: 44 punti (22 nel terzo quarto) e 11 assist; primo giocatore da 40+ punti e 10+ assist nei Playoffs contro gli Spurs di Popovich.

RISULTATI

Miami Heat (1) 86-93 Chicago Bulls (5) – 0-1

San Antonio Spurs (2) 129-127 Golden State Warriors (6) (2OT) – 1-0

Photo: foxsports.com