NBA Playoffs – I 4 temi di gara 1 tra Bulls e Wizards

L’ILLUSIONE DI CHICAGO – Dopo una buona partenza da parte dei Wizards, i Bulls nel secondo quarto hanno preso il comando delle operazione e poi sembravano aver firmato il solco decisivo all’uscita dagli spogliatoi con un parziale di 10-3 che è valso il +13 (64-51). Da quel punto in poi, però, Washington ha iniziato la sua furiosa rimonta, forte della grande incisività dei due suoi lunghi titolai, Nene e Gortat. In particolare, nell’ultimo quarto la partita è stata a senso unico: 30-18 il parziale, ma soprattutto Bulls limitati a soli 6 punti negli ultimi 6 minuti. 

PER UN WALL CHE NON BRILLA… – L’esordio di John nella post-season non è stato di certo indimenticabile. Vuoi per il nervosismo di dover essere il leader assoluto dei Wizards, vuoi soprattutto per l’ottima difesa dei Bulls, partita con il chiaro obiettivo di limitare il suo grande talento, la guardia ha tirato con un pessimo 4/14 dal campo, ma dalla lunetta è stato abbastanza freddo (8/10) ed ha chiuso comunque con 16 punti, 6 assist e 6 rimbalzi. Volete scommettere che in gara 2 farà molto di meglio?

C’È UN NENE CHE ESPLODE! – Per essere uno che è tornato da un infortunio giusto un paio di settimane fa, è sembrato pieno di energia e con gran voglia di fare il bello ed il cattivo tempo in campo. Ed è quello che è successo, perché il brasiliano è stato stupefacente in questo primo atto della serie: ha firmato 24 punti e 8 rimbalzi, ha segnato jumper, ha fatto ammattire i difensori in post, è stato molto coinvolto e partecipe anche emotivamente, urlando ordini difensivi ed incoraggiando i compagni. Nene ha fatto un po’ il Noah della situazione, giocando con grande efficacia e carattere, arrivando anche a fare diversi assist di pregevole fattura. I Bulls semplicemente non hanno avuto risposte contro di lui, se gioca sempre così, può essere un fattore assoluto. 

SERVE UN GRANDE NOAH – Stanotte il francese ha disputato una discreta partita, fatta di 10 punti, 10 rimbalzi e 4 assist, ma in difesa ha sofferto il duo Nene-Gortat. A causa del frontcourt dei Wizards, Noah non è riuscito ad avere il solito impatto totale sulla partita, anzi ha spesso e volentieri perso il confronto con il brasiliano della capitale. Il fatto che non abbia firmato né una stoppata né una rubata, è indice del fatto che in difesa Joakim non è stato il solito. Insomma, Noah deve giocare molto meglio, se i Bulls vogliono avere chance di vincere questa serie.