NBA Playoffs: vittorie esterne per Heat e Spurs. Le due squadre si riprendono il fattore campo

LeBron James ha disputato una partita non facile al tiro contro la tenace difesa dei Chicago Bulls: il suo tabellino a fine partita dice, infatti, 6/17 dal campo. Ma, com’è solito fare, LBJ ha deciso la partita in favore dei suoi Miami Heat con una tripla e un canestro e fallo nel finale, rendendo vano il canestro dall’angolo di Marco Belinelli (16 punti, 6 assist e 4/9 dal perimetro), che aveva di fatto riaperto la gara riportando i Bulls sul -4 con una manciata di minuti da giocare. Miami ha avuto un contributo extra da Norris Cole (18 punti con 6/7 dal campo e 3/3 da tre), nonché da Chris Andersen, protagonista di un break a cavallo tra terzo e quarto quarto con punti e rimbalzi offensivi. Straordinaria la prova di Chris Bosh (20 punti, 19 rimbalzi e una tripla dall’angolo nell’ultimo periodo), mentre Carlos Boozer ha giocato la miglior partita delle sua serie con 21 punti e 10/16 dal campo.

Nel primo tempo Tony Parker ha segnato 25 punti con 11/14 dal campo, come se volesse ricordare al suo diretto avversario il motivo per cui ha in bacheca un premio di MVP delle Finals. Nel secondo tempo, complice una botta che lo ha costretto in panchina per diversi minuti con il ghiaccio sul ginocchio, si è un po’ raffreddato: a fine gara si leggono per lui 32 punti, 5 rimbalzi e 5 assist. I San Antonio Spurs, comunque, hanno impedito i tentativi di rimonta dei Golden State Warriors, che a più riprese si sono avvicinati ad un’avversaria che ha comandato la gara praticamente dall’inizio. I canestri decisivi, manco a dirlo, li ha segnati quel giovanotto che risponde al nome di Tim Duncan: 23 punti e 10 rimbalzi per lui in 38 minuti di utilizzo. Polveri bagnate per Stephen Curry (che ha avuto un problema alla caviglia nel finale di gara) e Klay Thompson: 16 punti con 5/17 (3/9 da tre) il primo, 17 punti con 7/20 il secondo.

RISULTATI

Chicago Bulls (5) 94-104 Miami Heat (1) – 1-2

Golden State Warriors (6) 92-102 San Antonio Spurs (2) – 1-2

Photo: airalamo.com