NBA Temi della notte

NBA Stats – Da 0 a 60, Warriors a caccia del record. Westbrook, che tripla-doppia!

russell westbrook

Da 0 a 60, prima di qualsiasi altra squadra nella storia della NBA. Stanotte i Warriors hanno banchettato sui Pelicans di Anthony Davis, imponendosi per 125-107 e diventando così la franchigia ad aver raggiunto più velocemente le 60 vittorie stagionali (60-6). Adesso Golden State ha il 45% di probabilità di raggiungere il traguardo delle 73W, che vorrebbe dire superare i Bulls del 1995-96, i quali detengono il miglior record di sempre (72-10) nella regular season. Tornando al match con New Orleans, nella notte del suo 28esimo compleanno Steph Curry non poteva esimersi dal regalare il solito spettacolo: ha segnato 27 punti pur rimanendo seduto per l’intero ultimo quarto, tirando con 4/9 dal oltre l’arco, ma soprattutto dominando gli ultimi due minuti del terzo quarto, con tre triple consecutive decisamente fuori dal comune.

Quando riescono a chiudere i conti prima dell’ultimo quarto, spesso muovendo bene il pallone, i Thunder sono davvero impressionanti. E stanotte ne hanno dato una dimostrazione, travolgendo per 128-94 i Blazers, che se i playoffs iniziassero oggi, sarebbero proprio gli avversari della truppa di coach Donovan. Quest’ultima ha scavato il solco decisivo già nel primo tempo ed ha concluso con quasi il 60% dal campo, tenendo contemporaneamente Portland ad un mediocre 34.1%. Mattatore dell’incontro è stato Russell Westbrook, entrato in campo con una sorta di fuoco dentro, che lo ha condotto a firmare la sua dodicesima tripla-doppia stagionale: 17 punti, 16 assist e 10 rimbalzi con 7/11 dal campo in appena 28 minuti (a fine primo tempo era già ad un solo rimbalzo dal traguardo). Questa è stata la sesta volta in cui la point guard dei Thunder ha raggiunto la tripla-doppia prima della fine del terzo quarto: ma non è tutto, perché Westbrook è riuscito a non commettere nemmeno un turnover, eguagliando Rajon Rondo per il maggior numero di assist (16) in stagione senza palle perse.

Questa notte verrà ricordata anche come la quarta nell’intera storia NBA in cui due squadre hanno vinto di almeno 40 punti. I Rockets ne hanno rifilati addirittura 49 ai poveri Grizzlies, che avevano solo nove giocatori a referto, tre dei quali firmati con contratti decadali: Memphis sta iniziando a pagare questa situazione irreale ed estremamente difficile, con Houston che non ha avuto pietà, mandando nove giocatori in doppia cifra. I Wizards, invece, si sono imposti per 124-81 nello scontro diretto con i Pistons, interrompendo una striscia di cinque sconfitte consecutive e provando a rientrare in corsa per i playoffs (l’ottavo posto dei Bulls dista 2.5 gare). Dal 1961 ad oggi, si sono disputate 274 partite tra Washington e Detroit: mai c’era stata una vittoria con uno scarto di almeno 35 punti.