NBA Temi della notte

NBA Stats – Wall nella storia di Washington, Spurs in quella della NBA

Gli 8 match della nottata NBA hanno fornito molti spunti di riflessione per parlare di qualche statistica in questo nuovo episodio di “NBA Stats”. Innanzitutto partiamo dalla tripla-doppia di Wall nella vittoria di Washington a casa dei 76ers (94-99 il risultato finale): il playmaker chiude con 16 punti, 13 rimbalzi e 14 assist (ma 4/17 al tiro e anche 9 perse) confermano come Philadelphia sia una delle sue vittime preferite; contro i 76ers, infatti, i 13 rimbalzi eguagliano il career-high messo a segno poco più di un mese fa e proprio contro la franchigia di Philadelphia, mentre le 9 perse rappresentano la peggiore prestazione statistica dell’anno per il talento di Raleigh. Il misero 24% dal campo (4/17), poi, rappresenta la percentuale più bassa mai fatta registrare in una tripla-doppia nella storia dei Wizards (il record apparteneva a Gilbert Arenas, che nel marzo 2004 tirò con il 27%). Eppure, con questa tripla-doppia Wall raggiunge quota 7 TD in maglia Wizards, raggiungendo Wes Unseld al secondo post nella storia di Washington e portandosi a meno otto dal record di franchigia appartenente a Darrell Walker. Per Philly va segnalata la prestazione di Nerlens Noel, autore di 14 punti (7/11 al tiro), 16 rimbalzi e 7 recuperi (che gli fruttano il career-high a questa voce statistica).

San Antonio, invece, si porta a sole tre lunghezze dal record dei Bulls di 37 vittorie casalinghe consecutive da inizio stagione (era la stagione ’95/’96, quella del record di Chicago per vittorie in una singola RS) grazie al 118-110 con cui i ragazzi di coach Pop superano i Trail Blazers; si è dato risalto alle prestazioni di Leonard e Aldridge, ma personalmente vorrei sottolineare i 16 assist di Tony Parker (che porta a casa una doppia-doppia grazie ai 18 punti realizzati, 7/13 al tiro e 4/4 ai liberi), seconda miglior prestazione in carriera per il fenomeno francese. Il dato più impressionante, però, è un altro: dall’ingresso di Tim Duncan nella NBA, San Antonio ha vinto per 73 volte differenti almeno 5 partite consecutive, collezionando solamente una striscia di 5 sconfitte consecutive nello stesso periodo di tempo, ovverosia dalla stagione 1997/1998. Come a dire, gli Spurs 5 partite di fila le perdono una volta ogni morte di Papa.

Toronto, dal canto suo, continua a sognare il primo posto a Est grazie alla vittoria ottenuta alla Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis contro Indiana (94-101 il finale); mattatori dell’incontro, manco a dirlo, sono Lowry e DeRozan, autori di 28 punti a testa ma con percentuali dal campo non certo eccelse (8/21 per il primo, 9/26 per il secondo, che fruttano un complessivo 17/47, sebbene DeRozan realizzi comunque 10 degli ultimi 15 punti dei suoi e Lowry sia fondamentale nell’overtime); si tratta dell’ottava volta in stagione in cui i due compagni di squadra segnano almeno 25 punti a testa nello stesso match, il che proietta il duo Lowry-DeRozan nella storia dei Raptors poiché 10 anni fa la coppia Chris Bosh-Mike James si fermò a 8 partite in questa speciale statistica. Da segnalare anche la “partita della carriera” (finora) per Bismack Biyombo autore di una doppia-doppia da 16 punti (5/6 al tiro) e 25 rimbalzi e dei propri career-highs proprio alle voci “punti” e “rimbalzi”.