Noah in formato MVP: tutti i record di Joakim nell’ultimo mese

Tagliate due teste dei “Big Three” ed il corpo dei Bulls si indebolisce fortemente, giusto? Derrick Rose si è infortunato nuovamente e dovrà saltare tutta la stagione, Luol Deng è stato spedito a Cleveland. E Joakim Noah? Beh, il francese sta andando benone: nell’ultima settimana ha fatto registrare due triple-doppie e da leader sta guidando i Bulls ad uno dei migliori record del 2014 (22-10 dal primo gennaio). Stanotte la prestazione contro gli Heat è stata solo uno dei tanti picchi toccati in questa stagione: Chicago si è imposta per 95-88 all’overtime, guidata da 20 punti, 12 rimbalzi, 7 assist e 5 stoppate del francese.

Noah era già una macchina da doppie-doppie (31 su 60 partite), adesso però ha aggiunto una nuova arma al suo arsenale: ha 20 partite con almeno 6 assist a referto in questa stagione. Tutti gli altri centri della NBA complessivamente ne hanno 18 con una simile statistica. I vari Marc Gasol e Kevin Love ci perdoneranno, ma in questo momento Noah sembra proprio essere il miglior lungo passatore dai tempi di Divac. Nell’ultimo mese, Joakim ha eguagliato o fatto registrare diversi nuovi record.
19 febbraio – E’ diventato il primo centro a smazzare 13 assist in una sola partita dai tempi di Divac, che riuscì in una simile impresa nella stagione 1995-96.
2 marzo – Ha fatto registrare 14 assist, statistica che non si vedeva da Sam Lacey, ovvero da 35 anni.
5 marzo – Ha raggiunto Brad Miller per aver fatto registrare in una singola stagione 5 partite con almeno 10 assist. Questa è la seconda striscia più lunga, la prima appartiene a Divan con 9.
Ed infine c’è questo traguardo che non è databile: al momento Noah è il primo centro ad essere il miglior assistman della sua squadra. L’ultimo a riuscirci è stato David Robinson nel 1993-94.

Tra l’altro non bisogna dimenticarsi che i Bulls hanno ancora 20 partite da giocare. Ormai per entrare nella cosa per il premio di MVP è tardi, dato che è una questione tra Kevin Durant e LeBron James. Ma Noah merita di essere votato tra i primi 5 migliori giocatori della regular season.