Notte NBA: poco Gigi nella sconfitta a LA, non si fermano più i Blazers, vincono i Grizzlies

GIGI POCO MA BUONO – Ancora non riesce ad avere un buon minutaggio Gigi Datome, che però nei sei minuti in cui viene gettato nella mischia non figura affatto. Anzi, è l’unico in tutta la squadra a chiudere con un plus/minus positivo di +10, simbolo che la squadra ha fatto meglio nei suoi sprazzi in campo tra secondo e ultimo quarto. Stavolta non è riuscito a trovare il fondo della retina, sbagliando l’unica tripla che si è preso, ed ha chiuso con 1 rimbalzo a referto. Per quanto riguarda la partita, i Pistons hanno condotto per tutto il primo tempo, ma nella ripresa sono crollati: in particolare, nel terzo quarto hanno subito un parziale di 29-15 che ha tagliato loro le gambe. 114-94 il finale del match a favore dei Lakers, che hanno giovato la serata di career-high di Jordan Hill, autore di 24 punti e 17 rimbalzi. Da sottolineare anche le prove di Steve Blake e Pau Gasol, uomini di maggior esperienza dei gialloviola: il primo ha sostituito egregiamente Steve Nash con 9 punti e 16 assist, mentre il secondo ha flirtato con la tripla-doppia, chiudendo con 12+9+7. Per Detroit da segnalare la solita doppia-doppia di Andre Drummond (14 punti e 13 rimbalzi) e quella di Brandon Jannings, autore di 23 punti e di 14 assist.

VOLANO I BLAZERS – Continuano a vincere in questo inizio di stagione i Blazers, che grazie al sudato successo ottenuto all’overtime in quel di Toronto, hanno fatto registrare sei W in fila per un record di 8-2. Nella Western Conference per ora hanno fatto meglio solo gli Spurs con 9-1. Portland è riuscita a strappare la vittoria per 110-118, rendendo vana la giocata di Rudy Gay (30 punti e 10 rimbalzi), che con un canestro sulla sirena aveva mandato tutti al supplementare. I Blazers hanno avuto un attacco bilanciato, con tre titolati che hanno segnato almeno 24 punti: si tratta di Nicolas Batum (24), al suo season-high, di Damian Lillard (25 con 8 assist) e di LaMarcus Aldridge (25 e 11 rimbalzi). Tra l’altro proprio Batum e Lillard sono stati decisivi nel parziale di 8-16 piazzato nell’overtime, segnando ben 13 punti in due.

CRESCONO I GRIZZLIES – Dopo un inizio di stagione a dir poco difficile, i Grizzlies tornano sul 50% di vittorie (5-5 il loro record), grazie al successo in casa dei Kings per 86-97. Il risultato non è praticamente mai stato in discussione, con Memphis che è arrivata a toccare anche il +20 prima che la second unit di Sacramento rendesse meno pesante il parziale finale. Zach Randolph è stato il fato in attacco dei Grizzlies, mettendo a referto 22 punti e 10 rimbalzi, mentre Marc Gasol ha fornito una prestazione totale con 19 punti, 9 assist e 8 rimbalzi. Ai Kings non è bastata la formidabile partita disputata da Travis Outlaw, che uscendo dalla panchina ha segnato 18 punti con 6/9 dal campo e ci ha aggiunto 6 rimbalzi.