Pre-season NBA: al secondo OT i Raptors fermano i Knicks, Rose mantiene imbattuti i Bulls

TORONTO RAPTORS – NEW YORK KNICKS 123-120 (2OT)

Il secondo ritorno di Bargnani sul campo dei Toronto Raptors è, di nuovo, favorevole alla squadra canadese, che questa volta però deve faticare moltissimo per ottenere il successo. La prova del Mago, che ha giocato 28 minuti, consiste in 13 punti (4/12 al tiro, 5/7 dalla lunetta) e 4 rimbalzi, simile a quella del compagno di squadra Carmelo Anthony (26 minuti, 9 punti, 4/13 dal campo, 8 rimbalzi). I Knicks si sono di fatto affidati all’esperienza di Beno Udrih (19 punti, 7 assist), ma hanno trovato in Terrence Ross (27 punti, 7/15 dal campo, 6/13 da tre) un ostacolo insormontabile. L’ultimo canestro del quarto quarto è stato segnato da Hansbrough, poi nel primo supplementare i Raptors sembravano aver preso il largo. Un parziale 10-0 Knicks, con all’interno sei punti di Udrih, ha ribaltato la gara. Ci ha pensato Ross, sulla sirena, a pareggiare di nuovo l’incontro con una tripla. Nel secondo supplementare i Raptors hanno ottenuto di nuovo un buon vantaggio iniziale e, questa volta, lo hanno tenuto nonostante le triple di Hardaway e Udrih.

CLEVELAND CAVALIERS – PHILADELPHIA 76ERS 104-93

La notizia che Noel potrebbe saltare l’intera stagione arriva in coppia con la sconfitta dei Sixers allo Schottenstein Center di Columbus, Ohio. I Sixers, dopo aver iniziato malissimo la gara, avevano laboriosamente ricucito lo strappo grazie all’ottimo terzo quarto di Royce White. Dopo aver assaporato anche il vantaggio con il canestro e fallo di Tony Wroten, Phila ha dovuto subire la sfuriata di Bennett, Thompson e Gee e ha perso la partita. 17 punti a testa per Spencer Hawes (anche 12 rimbalzi) e James Anderson per i Sixers, 17 dall’altra parte anche per Irving, che ha collezionato in aggiunta 12 assist. Spettacolare prova di Tristan Thompson: 15 punti (7/11 dal campo), 16 rimbalzi.

CHICAGO BULLS – MILWAUKEE BUCKS 105-84

I Bulls ci sono e in questa pre-season hanno dato un chiaro segnale a tutti: imbattuti. Per la verità il compito, contro una squadra che non ha ancora vinto nemmeno una gara, non è stato troppo difficile. La doppia cifra di vantaggio è stata ottenuta già nel primo quarto e, fondamentalmente, non è stata più lasciata. Top scorer Derrick Rose: 24 punti, 6/10 al tiro, 10/11 dalla lunetta. Per coach Thibodeau positiva anche la prova di Carlos Boozer (16 punti, 10 rimbalzi), mentre il miglior marcatore dei Bucks è stato l’ex Treviso e San Antonio Gary Neal (14 punti, 5/10 dal campo, 3/4 da tre).

HOUSTON ROCKETS – DALLAS MAVERICKS 100-95

Se ne era parlato come di una remota eventualità, ma Kevin McHale lo ha fatto davvero nel match di questa notte contro i Mavs: Dwight Howard e Omer Asik assieme in quintetto. L’ex centro di Magic e Lakers, tra l’altro, ha disputato una solidissima prova da 15 punti e 17 rimbalzi. Dallas subisce un parzialone tra secondo e terzo quarto, ma arriva comunque all’ultimo periodo con solo cinque punti di svantaggio. Riesce a riavvicinarsi, però, solo due volte con le triple di Crowder e Ledo; è Brooks dalla lunetta a chiudere i conti. I Mavericks pagano la difficile serata al tiro per Marion e Carter.

TOP PUNTI: Terrence Ross (Toronto Raptors) 27, Derrick Rose (Chicago Bulls) 24, DeMar DeRozan (Toronto Raptors) 21
TOP RIMBALZI:
Dwight Howard (Houston Rockets) 17, Tristan Thompson (Cleveland Cavaliers) 16, Spencer Hawes (Philadelphia 76ers) 12
TOP ASSIST:
Kyrie Irving (Cleveland Cavaliers) 12, Jeremy Lin (Houston Rockets) 8, Beno Udrih (New York Knicks) 7, Monta Ellis (Dallas Mavericks) 7

 

Photo: o.canada.com