Temi della notte NBA: Blake scherza DH12 ed i suoi Rockets, Wade stende i Clippers, prima W per Denver

SERATA DA DIMENTICARE PER DH12 – Contro ogni pronostico, i Lakers vanno a vincere al Toyota Center nel primo match da avversario di Dwight Howard, dopo la poco fortunata esperienza dell’anno scorso e le polemiche estive per aver scelto di lasciare Los Angeles. Era palese che il centro dei Rockets tenesse palesemente a questa partita, ma è stato proprio lui l’artefice principale della sconfitta, nonostante i 15 punti e 14 rimbalzi: negli ultimi 2’30’’, ha segnato solo 1 dei 6 liberi tentati (5/16 totale dalla lunetta), tenendo in vita i Lakers, che lo hanno punito con un game-winner da oltre l’arco di Steve Blake che è valso il 98-99 finale. Dopo un primo tempo dominato da parte dei gialloviola, nella ripresa si è scatenato James Harden, che si è caricato la squadra sulle spalle e l’ha trascinata alla rimonta, chiudendo con 35 punti. Poi, però, nel finale l’hack-a-Howard ha prodotto i frutti sperati ed i Lakers sono stati bravi a vincerla. Per LA ben sei i giocatori in doppia cifra, in particolare la panchina ha fatto molto bene: Jodie Meeks ha segnato 18 punti, Blake 14, Wes Johnson 16, Jordan Farmar 11 con 7 assist.

CLIPPERS KO ANCHE A MIAMI – Seconda sconfitta in fila per i Clippers, che escono sconfitti dall’American Airlines Arena per 102-97. Con LeBron James (18 punti) frenato da un dolore alla schiena per gran parte del secondo tempo, a guidare gli Heat alla vittoria ci ha pensato Dwyane Wade, alla quarta partita consecutiva con almeno 20 punti a referto (29 stasera), cosa che non gli succedeva dal marzo scorso. Il simbolo di Miami ha preso per mano la squadra all’inizio dell’ultimo quarto, mentre James era seduto in panchina, e l’ha condotta fino al +11. Nel finale i Clippers hanno provato a rientrare aggrappandosi ad un fantastico Blake Griffin (27 punti e 14 rimbalzi), ma non sono riusciti a scendere oltre il -4.

PRIMA GIOIA DEI NUGGETS – Prima vittoria stagionale ed in carriera per Brian Shaw, che finalmente con i suoi Nuggets riesce a schiodarsi da quota 0, battendo tra le mura amiche gli Hawks per 109-107. Il principale artefice del successo è stato Ty Lawson con 23 punti e soprattutto una tripla ed alcuni tiri liberi fondamentali nei minuti finali. Denver ha mandato sei uomini in doppia cifra, tra cui Nate Robinson (15 punti) e JaVale McGee (14). Ad Atlanta non sono bastati i 29 punti e 10 rimbalzi di Paul Millsap, al suo season-high in termini di punti.