Temi della notte NBA: I 25.000 punti di Nowitzki e l’orgoglio dei Lakers

I Dallas Mavericks tengono vive le speranze di chiudere la stagione almeno con un record positivo, battendo nettamente i New Orleans Hornets per 107-89. Serata da ricordare per Dirk Nowitzki, che diventa il 17esimo giocatore nella storia della NBA a raggiungere i 25.000 punti in carriera grazie ad un jumper realizzato nel secondo quarto. Finirà con 19 punti, mentre il top scorer dell’incontro sarà Shawn Marion con 21 punti.

Vittoria dell’orgoglio dei Los Angeles Lakers, che allo Staples Center fanno l’impresa contro i più quotati San Antonio Spurs, nonostante le assenze di Kobe Bryant e Steve Nash. Quest’ultimo è stato sostituito magistralmente da Steve Blake, che ha messo a referto 23 punti, mentre Dwight Howard si è caricato sulle spalle la squadra, conducendola al successo per 91-86 con 26 punti, 17 rimbalzi e 3 stoppate. Vittoria fondamentale in ottica playoff, adesso i Jazz devono vincere entrambe le ultime due partite rimaste e sperare in una sconfitta dei Lakers.

I Denver Nuggets stanotte hanno consolidato il terzo posto ad Ovest grazie ad una spettacolare vittoria per 118-109 sui Portland Trail Blazers. Agli ospiti non è bastata la solita prestazione sopra le righe di Damian Lillard, autore di 30 punti, 6 assist e 5 rimbalzi, dato che i padroni di casa hanno espresso il solito ottimo gioco di squadra, mandando in doppia cifra ben 6 giocatori. Tra questi spicca Andre Iguodala, che ha flirtato con la tripla-doppia mettendo a referto 28 punti, 9 assist e 7 rimbalzi.

Ad Est i Miami Heat hanno ottenuto una facile vittoria ai danni dei Chicago Bulls, sempre privi di Noah, Gibson ed Hamilton. Serata di normale amministrazione di LeBron James, che ne ha messi 24 con 7 rimbalzi e 6 assist, mentre agli ospiti non è servita la doppia-doppia da 16+20 rimbalzi di Carlos Boozer. Nel frattempo i New York Knicks hanno chiuso i giochi per il secondo posto, imponendosi nello scontro diretto con gli Indiana Pacers per 90-80. Carmelo Anthony ha segnato “solo” 25 punti, ma dalla panchina è arrivato il fondamentale apporto di Chris Copeland, autore di 20 punti con 8/12 dal campo. Vittoria che vale tanto, dato che è stata ottenuta senza Tyson Chandler, Kenyon Martin e Amar’e Stoudemire.

FOTO: Dirk Nowitzki // soshitech.com