NBA Temi della notte

Tutti a scuola da Joe Johnson: è il giocatore più decisivo allo scadere dell’ultimo decennio

In una stagione che a Brooklyn vorrebbero presto dimenticare, stanotte Joe Johnson ha almeno regalato un sorriso ai Nets, dimostrando di essere ancora il n.1 indiscusso della NBA di oggi quando si parla di buzzer-beater decisivi.

Stanotte, infatti, la guardia di Little Rock ha deciso alla sua maniera, con un canestro dall’alto coefficiente di difficoltà, la sfida con i Nuggets: i quali, dopo aver rimontato dal -16 ed essersi portati n vantaggio (102-104) ad un secondo e due decimi dal termine, sembravano piuttosto sicuri di portare a casa il successo. Johnson, però, aveva idee diverse: ha preso il vantaggio necessario su Gallinari per poter uscire fuori dall’arco e prendere un tiro totalmente fuori equilibrio, che con l’aiuto della tabella è finito sul fondo della retina.

I Nets hanno così ribaltato il risultato sull’ultima sirena, regalando una delle pochissime gioie di questa stagione al suo proprietario, Mikhail Prokhorov. Il quale non ha nascosto il suo entusiasmo per la grande giocata di Johnson, che ha poi definito “Joe Jesus, freddo come al solito”. Per la guardia di Brooklyn si tratta del settimo buzzer-beater per la vittoria nelle ultime 10 stagioni: nessun altro giocatore NBA può vantare un tale numero di canestri decisivi allo scadere (seguono Monta Ellis e Andre Iguodala con 4 a testa).

In particolare, questo è stato il quinto buzzer-beater di Johnson nel corso della sua carriera con i Nets, ma solo il primo segnato con la squadra sotto nel punteggio: gli altri quattro sono arrivati in situazione di perfetta parità. Tra l’altro il canestro di stanotte è figlio di un ottimo momento personale di Joe, che ha segnato 12 delle 21 triple tentate nelle ultime quattro partite. Alla fine, il nativo di Little Rock ha messo a referto 12 punti, conditi da 8 assist, buoni per superare Scottie Pippen e salire al 52esimo posto nella classifica dei migliori marcatori di tutti i tempi.