Tutti i numeri che dovete conoscere su James e la sua striscia di stagioni con 2000 punti

LeBron James è una macchina. Dategli una regular season da 82 partite e ricambierà con almeno 2000 punti segnati. La stella degli Heat ha sorpassato questo traguardo per la nona volta nella sua già leggendaria carriera di 11 anni: altri giocatori a far registrare questa impresa per almeno nove stagioni sono stati Malone, Jordan e Abdul-Jabbar. Alla vigilia del match con i Grizzlies, James aveva bisogno di soli 11 punti per raggiungere i 2000 stagionali e ci è riuscito già nel corso del secondo quarto con una schiacciata.

Questa non solo è la nona stagione in generale con almeno 2000 punti, bensì la nona consecutiva in una stagione completa da 82 partite, il che fa assumere ancora più valore alla cosa: ha segnato 1683 punti nella stagione del lockout (2011-12), mentre solo nel suo anno da rookie (2003-04) non è stato in grado di raggiungere quota 2000 in una regular season completa. Prima di questo ennesimo traguardo, LeBron era comunque già nell’elite dei marcatori NBA: è entrato in quest’annata ovviamente con 8 stagioni da almeno 2000 punti, ovvero le stesse di Kobe Bryant, Alex English e Dominique Wilkins. Quest’ultimi due sono già nella Hall of Fame, la stella dei Lakers ci entrerà non appena sarà eleggibile. Sorprendentemente non è Kareem Abdul-Jabbar, miglior marcatore della storia NBA, a detenere il maggior numero di stagioni con 2000+ punti, bensì Karl Malone con 12. Segue Michael Jordan con 11 e poi c’è Kareem con 9, che è stato quindi raggiunto da James.

Ma LeBron si è sempre immaginato come più di un “semplice” scorer. Prima dell’inizio di questa stagione, si è descritto così: “Non sono un marcatore senza mezzi termini. In campo faccio un po’ di tutto. A Cleveland un anno ho viaggiato con 31 punti di media, eppure questo non ci ha portato da nessuna parte. Ho guidato la NBA nel punteggio e diverse volte sono stato tra i migliori 3 o 4 marcatori, ma quando si parla di me non lo si deve fare come un eccezionale marcatore, ma come un giocatore in grado di fare un po’ tutto”. Segnare però gli riesce piuttosto bene. Non a caso ci si chiede lecitamente se James, 29 anni, può provare a raggiungere, se non addirittura superare le 12 volte in cui Malone ha fatto registrare almeno 2000 punti in stagione.