Umiliazione Pacers, Miami vola alle Finals: i 5 fatti da conoscere sugli Heat

La prima concorrente delle Finals 2014 è la vincitrice della Eastern Conference. C’è qualche dubbio su chi sia? Ovviamente si tratta di Miami, che avrà l’opportunità di entrare ancora di più nell’elite della NBA, nel caso in cui dovesse riuscire a centrare il threepeat. Stanotte gli Heat hanno letteralmente asfaltato i Pacers, che hanno mostrato ancora una volta tutta la loro psicolabilità, non riuscendo a dar seguito ad un’ottima gara 5 e regalando uno spettacolo veramente indecoroso, per essere una squadra che lottava per allungare ancora la stagione. Ripercorriamo alcuni fatti importanti riguardanti gara 6. 

#1 – Chris Bosh e LeBron James hanno segnato 25 punti a testa. In particolare il primo ha potuto fare il bello ed il cattivo tempo dalla media e lunga distanza, dato che i Pacers hanno dato l’impressione di non aver ancora capito che va seguito, altrimenti diventa mortifero al tiro. Dopo l’ottima partenza per 9-2, Indiana si è completamente smarrita ed ha iniziato a soccombere sotto i colpi degli Heat, mostrando una difesa da censura ed un atteggiamento troppo molle e rinunciatario. Il finale di 117-92 è anche generoso per quel che si è visto in campo stanotte. 

#2 – Grazie al successo in questa finale di Conference per 4-2, Miami ha conquistato l’accesso alle Finals per il quarto anno consecutivo. Nella storia della NBA c’erano riuscite solo altre tre squadre, e l’ultima era stata Boston tra il 1984 ed il 1987. 

#3 – Un LeBron James mai così maturo ha finora guidato senza troppe difficoltà i suoi Heat verso la finalissima. Grazie al successo di stanotte, il “Re” di Miami è diventato insieme a Magic Johnson l’unico giocatore nella storia a vincere almeno 100 partite di playoffs prima dei 30 anni. 

#4 – L’ultima squadra che è riuscita a completare un threepeat è stata quella dei Los Angeles Lakers nel 2002. 12 anni più tardi, gli Heat hanno la possibilità di ritagliarsi un posto ancora più importante nell’elite della NBA, dato che negli ultimi 45 anni solo Bulls (1991-93, 1996-98) e Lakers (2000-02) sono riusciti a mettersi al dito tre anelli consecutivi. 

#5 – Il cammino degli Heat nella disastrata Eastern Conference ha rasentato la perfezione. La truppa di coach Spoelstra, infatti, ha per ora un record di 12-3 (80%), avendo liquidato Bobcats e Nets rispettivamente 4-0 e 4-1, ed avendo chiuso la serie con i Pacers sul 4-2. Da quando nel 2010 LeBron ha lasciato Cleveland per portare i suoi talenti a South Beach, Mami ha uno spaventoso record di 48-16 nei playoffs (75%).