Video Recap: Kobe e Dirk maestosi. Rockets, Jazz e Warriors non cedono il passo

DALLAS MAVERICKS (36-37) – CHICAGO BULLS (39-32) 100-98
Nowitzki è tornato in versione Wunder Dirk: non solo ha segnato 15 dei suoi 35 punti nell’ultimo quarto, ma ha infilato ad una manciata di secondi dal termine la tripla che è valsa il 100-98 finale sui Bulls. Tra le fila dei padroni di casa bene il solito Vince Carter, autore di 17 punti, e Brandan Wright, in doppia-doppia con 17 punti e 13 rimbalzi. Per Chicago non sono bastati 25 punti a testa di Carlos Boozer, Luol Deng e Nate Robinson.

SACRAMENTO KINGS (27-47) – LOS ANGELES LAKERS (38-36) 96-103
In un’Arena completamente esaurita, Kings e Lakers hanno dato vita ad un incontro esaltante, terminato con la fondamentale vittoria in chiave playoff dei gialloviola. Protagonista indiscusso il solito Kobe Bryant, autore di 19 punti, 14 assist e 9 rimbalzi, mentre Dwight Howard ha messo a referto una doppia-doppia da 24+15. A Sacramento non sono bastati i 21+9+6 di Tyreke Evans ed i 19+10 di DeMarcus Cousins.

HOUSTON ROCKETS (40-33) – LOS ANGELES CLIPPERS (49-25) 98-81
Nonostante l’assenza di James Harden, i Rockets hanno blindato il settimo posto ad Ovest imponendosi sui Clippers per 98-81 grazie ad una gran prova di squadra. Chandler Parsons ha segnato 15 punti e strappato 9 rimbalzi, ma altri 4 giocatori hanno chiuso in doppia cifra, tra cui Jeremy Lin (15) e Omer Asik (13+12 rimbalzi, 30esima tripla-doppia in stagione).

UTAH JAZZ (38-36) – BROOKLYN NETS (42-31) 116-107
I Jazz difendono l’ottavo posto ad Ovest, mettendo ko il suo passato: Deron Williams stavolta è stato fischiato nel palazzo che lo aveva resto grande e non sono bastati i suoi 21 punti e 11 assist per permettere ai Nets di uscire vincitori da Utah. I padroni di casa hanno ampiamente meritato la vittoria e sono stati trascinati da un irreale Randy Foye: indossando la maglia n.8 che è stata di D-Will, ha firmato 8 triple, per un totale di 26 punti risultati decisivi nel 116-107 finale.

MILWAUKEE BUCKS (35-37) – OKLAHOMA CITY THUNDER (54-20) 99-109
Serata di normale amministrazione per i Thunder che, dopo essere andati sotto di 5, hanno preso in mano il controllo del match grazie al solito Kevin Durant. La stella di OKC ha segnato 9 dei suoi 30 punti negli ultimi 8’, permettendo ai suoi di espugnare Milwaukee per 109-99. Molto bene anche Russell Westbrook, in tripla-doppia con 23 punti, 13 rimbalzi e 10 assist. ai Bucks non è bastata la grande prestazione di Ersan Ilyasova, autore di 29 punti e 14 rimbalzi.

GOLDEN STATE WARRIORS (42-32) – PORTLAND TRAIL BLAZERS (33-40) 125-98
I Warriors passeggiano sui Blazers, vincendo nettamente per 125-98. Solita prestazione monstre di Steph Curry, che ha guidato i suoi al successo con 39 punti (14/22 dal campo), 6 assist e 5 rimbalzi. Stavolta Damian Lillard non è riuscito a ripetere il career-high di 37 punti fatto registrare contro Golden State a gennaio: polveri bagnate per il rookie di Portland, che ha chiuso con 16 punti e 4/11 al tiro.