NCAA

Al via il College Basketball Tour 2016: l’NCAA torna in Italia

CBT

Chi conosce My-Basket.it sa perfettamente cos’è il College Basketball Tour, dal momento che parliamo di una partnership che prosegue fin dalla nascita del nostro sito. Ales Masetto e tutto lo staff del College Basketball Tour ci hanno dato fiducia fin dalla nostra nascita nel 2013, anno in cui abbiamo cominciato a seguire in loco le partite organizzate nel territorio prima vicentino e poi nazionale.

Per chi ancora non sapesse di cosa stiamo parlando, il College Basketball Tour è un evento estivo che porta in Italia le principali realtà del mondo NCAA, alcune delle squadre più blasonate del mondo universitario americano. Quest’anno la lineup delle squadre è più vasta che mai, con ben 50 gare e oltre 20 squadre coinvolte tra compagini maschili e femminili, tra cui spiccano Kansas State, Mississippi State, Washington State, Missouri e Princeton.
Quest’anno l’evento toccherà molte città italiane: da Vicenza a Roma, da Varese a Livorno, senza dimenticare Brescia, Avellino, Catania, Senigallia, Montecatini e tante altre tappe, in un contesto sempre più nazionale, per permettere a chiunque nello stivale di osservare giocatori che nel prossimo futuro saranno i protagonisti dei parquet NBA ed europei.

Punto forte di questo evento è sempre stato e sempre sarà il format “americano” intrapreso fin dalla prima edizione, un elemento che unisce il bello del basket giocato con tanto intrattenimento sotto forma di musica, possibilità di interagire live, cibo e buone birre, quest’ultimo elemento fondamentale secondo chi vi sta scrivendo. Sempre secondo il sottoscritto, il College Basketball Tour ha un suo grande punto di forza nella sua informalità: ogni volta infatti, a fine partita, è permesso ai giovani appassionati presenti di entrare in campo a familiarizzare con i giocatori che tendenzialmente non negano mai foto, autografi o addirittura qualche tiro a canestro insieme ai futuri cestisti italiani presenti. Il tutto rende l’atmosfera estremamente amichevole e piacevole, lontana dall’irragiungibilità che lo sport professionistico tende ad avere negli ultimi tempi.

Il College Basketball Tour è un evento da non perdere perché negli ultimi anni si sono visti fiori di giocatori che hanno finito per toccare campi di altissimo rilievo. Alcuni singoli hanno anche fatto la differenza sia in campo NCAA che al Draft NBA. Solo per citarne alcuni potrei dire Kentavious Caldwell-Pope (Detroit Pistons), K.J. McDaniels (Houston Rockets) o Caris LeVert (Brooklyn Nets). Ma come non parlare anche di Denzel Valentine, già visto alle Final Four NCAA e 14esima scelta assoluta all’ultimo Draft NBA da parte dei Chicago Bulls? O Henry Ellenson, ex stella di Marquette scelto alla numero 18 dell’ultimo Draft dai Detroit Pistons. Chi è stato presente alle ultime edizioni del College Basketball Tour sa che nella prossima stagione NBA bisognerà tenere gli occhi puntati anche su DeAndre’ Bembry, scelto con la numero 21 al Draft dagli Atlanta Hawks.
Insomma, il talento non è mai mancato.

Uno slogan della Nike ci diceva che “Basketball never stops”, ovvero la pallacanestro non si ferma mai, anche in agosto. Questi college infatti non potrebbero allenarsi nei propri campus in questo periodo, ne approfittano infatti girando il nostro bel paese per iniziare in anticipo la preparazione. E’ una grande occasione quindi per noi appassionati, per capire chi potrebbe rivelarsi una sorpresa nella prossima stagione, o come saranno le rotazioni future della nostra squadra preferita. Come non citare l’esempio di Notre Dame? Il college dell’Indiana veniva da stagioni mediocri ma si è presentata al College Basketball Tour 2014 in forma strepitosa. Grazie anche a questa preparazione aggiuntiva, la squadra di coach Mike Brey ha stupito tutti, vincendo la propria conference nel 2015 e arrivando alle Elite Eight del Torneo NCAA per due anni consecutivi.
Insomma, se siete anche voi degli appassionati che ogni marzo compilano il bracket del Torneo NCAA, forse il College Basketball Tour vi aiuterà ad azzeccare qualche previsione, evitando di stracciare il tabellone già dopo il primo giorno di partite.

Se siete dei novizi della pallacanestro universitaria americana e preferite il basket italiano, non preoccupatevi. Mai come quest’anno il College Basketball Tour trova supporto in squadre professionistiche che si metteranno alla prova nei primi test estivi. oltre alla Stella Azzurra Roma, non nuova a questi appuntamenti, quest’anno il College Basketball Tour porta in campo anche Varese, Avellino, Cantù, Casale Monferrato, Brescia e la Fortitudo Bologna, solo per citarne alcune.

Insomma, come detto, “Basketball never stops”, anche in agosto, anche al mare. Una serata di buon basket non la si leva a nessuno. Noi vi aspettiamo alle tappe del College Basketball Tour, perché la NCAA è la realtà più magica che la pallacanestro odierna può offrire.

VEDI IL CALENDARIO DELLE PARTITE

Entrate in contatto con il College Basketball Tour

Sito Ufficiale College Basketball Tour
Profilo Twitter
Profilo Facebook