March Madness, Harvard è la prima qualificata: riuscirà a fare un altro upset?

Harvard si è imposta nettamente sui rivali di Yale per 70-58, conquistando il titolo della Ivy League e diventando la prima squadra a strappare ufficialmente il biglietto per il torneo NCAA. Grazie a questo successo, i Crimson hanno chiuso con un record complessivo di 25-4 (12-1 all’interno della propria conference). Steve Moundou-Missi ha spianato la strada verso il successo con 16 punti e 6 rimbalzi, mentre per i Bulldogs è stata vana la super performance da 28 punti e 13 rimbalzi di Justin Sears.

Harvard ha già conquistato un posto nella March Madness dato che la Ivy League non dispone di un torneo di Conference come tutte le altre leghe della nazione: di conseguenza chi si laurea campione della regular season ha il diritto di rappresentare la Conference nel torneo. Harvard è stata nettamente la miglior squadra della Ivy League, che ha vinto per il quarto anno consecutivo: l’ultima a riuscirci era stata Penn dal 1993 al 1996.

Lo scorso anno i Crimson hanno fatto notizia per la splendida partita d’apertura nel torneo, in cui hanno battuto assolutamente a sorpresa la n.3 New Mexico: è stato il classico upset che entusiasma gli appassionati di basket universitario e che rende la March Madness un evento imperdibile ogni anno. Ora l’obiettivo di Harvard è provare a vincere un’altra partita del torneo: molto dipenderà dalle prestazioni di Wesley Saunders e Moundou-Missi, che sono i due giocatori migliori della squadra. I Crimson hanno abbastanza talento e sono solidi il giusto per provare a fare un altro upset: non resta che aspettare l’inizio della March Madness.