NCAA Speciale March Madness

Storie da March Madness: Northern Iowa, dal paradiso all’inferno in sole 48 ore

Lo scorso venerdì, Northern Iowa (#11) si era presentata al Torneo NCAA in maniera sconvolgente, dato che aveva eliminato Texas (#6) contro ogni pronostico. Quello, però, non è stato un upset qualsiasi, ma uno con un finale davvero thriller: dopo aver trovato con Isaiah Taylor il canestro del pareggio a 2.7 secondi dal termine, i Longhorns hanno abbassato troppo presto la guardia, pensando già all’overtime, e sono stati puniti dagli dei del basket. Paul Jesperson ha ricevuto senza problemi, ha battuto ancora più facilmente con un palleggio il molle tentativo di chiusura di due avversari e ha tirato da oltre la metà campo: è finita con tabella, retina e Texas che torna subito a casa nel più incredibile dei modi.

Due giorni dopo, Northern Iowa ha giocato una partita ancora migliore nel secondo round contro Texas A&M (#3), preparandosi a festeggiare un altro epico upset dopo i liberi di Jeremy Morgan per il 69-57 a 44 secondi dalla fine. Quando ormai la partita sembrava non avere più nulla da dire, è accaduto ciò che mai si era visto nella storia del college basketball: gli Aggies sono stati meravigliosi, mostrando l’atteggiamento di chi vuole lottare su ogni singolo pallone fino al suono dell’ultima sirena, indipendentemente dal risultato, e sorprendendo così i Panthers, che hanno infilato una serie di errori clamorosi.

Northern Iowa ha perso quattro palloni e subito sei canestri dal campo negli ultimi 33 secondi, non riuscendo ad andare mai in lunetta e incassando così un parziale di 14-2 senza precedenti: statisticamente, la miglior rimonta nella storia della NCAA risaliva al 2005, quando UNLV recuperò dal -11 in 59 secondi, andando poi a vincere nell’overtime. A Texas A&M ne sono poi serviti addirittura due per avere la meglio di Northern Iowa, ma dopo il tremendo collasso avuto sul -12 l’inerzia della partita era cambiata completamente e a quel punto era difficile immaginare che gli Aggies potessero perdere.

Con il senno di poi, i Panthers maledicono l’infortunio al senior Matt Bohannon, occorso proprio negli ultimi minuti: era lui l’addetto alle rimesse, colui il quale aveva rimesso la palla decisiva nelle mani di Jesperson contro Texas, e la sua assenza ha mandato completamente nel panico i compagni. Insomma, Northern Iowa è passata dal paradiso all’inferno nel giro di soli due giorni, ma comunque occuperà sempre un posto speciale nella storia del college basketball per essere la squadra che è riuscita a fare un miracolo sportivo, e poi a subirne uno ancora più grande nella partita successiva.

This is how you erase a 12-point deficit in 35 seconds!Relive the Aggie Miracle…

Pubblicato da NCAA March Madness su Domenica 20 marzo 2016