Rio 2016

Rio 2016, il programma azzurro del 10 agosto

La spedizione azzurra, reduce da una giornata in chiaroscuro, con la chiusura affidata alla medaglia di legno di Federica Pellegrini, cercherà da subito riscatto in un mercoledì che, almeno sulla carta, potrebbe offrire grandi soddisfazioni sia in sfide da titolo olimpico che negli sport di squadra.
Molte delle speranze dei tifosi italiani, come spesso accade, saranno riposte nella scherma, quindi occhi puntati in particolare sulla Carioca Arena 3 dove scenderanno in pedana fioretto femminile e sciabola maschile, senza trascurare altre discipline che potrebbero incrementare il nostro medagliere.
Per questo motivo, abbiamo selezionato per voi, gli eventi più significativi da non farsi sfuggire.

SPERANZE DI MEDAGLIA

Fioretto femminile individuale
Programma: ore 14.10 sediesimi – 16 ottavi – 17 quarti – 22.30 semifinali- 1.15 finale
Atlete: Arianna Errigo (nr.1 ranking) ed Elisa Di Francisca (nr.6).
Le due fiorettiste azzurre raccolgono, idealmente, il testimone della grande rivalità Trillini e Vezzali.
Da una parte Di Francisca, oro a Londra 2012 e campionessa europea a Parigi 2010, con entrambi i successi ottenuti a discapito della Errigo e dall’altra la giovane classe 88′, vice campionessa olimpica in grado di eliminare la Vezzali in semifinale, che nel frattempo ha conquistato 2 titoli mondiali, un europeo e 3 coppe del mondo.
4 anni, 1461 giorni, 35064 ore ad attendere una rivincita che, a causa della composizione del tabellone, avverrà al massimo in semifinale. La scherma esplosiva e aggressiva della Errigo riuscirà questa volta a prevalere?

Sciabola maschile individuale
Programma: ore 18.15 sediesimi – 19.45 ottavi – 20.40 quarti – 23.30 semifinali- 1.45 finale
Atleti: Aldo Montano (nr.10) e Diego Occhiuzzi (nr.12).
Montano, in grade spolvero in questo 2016, giunge purtroppo al grande appuntamento stagionale coi postumi di un infortunio ma, dall’emozionante oro di Atene 2004, all’ultimo giro di valzer, è lecito aspettarsi di tutto.
Occhiuzzi, storico componente della formazione a squadre, in grado di raccogliere podi in qualsiasi competizione, si presenterà sulla pedana in qualità di vice campione a cinque cerchi, per altro unica medaglia individuale della sua carriera. I due sciabolatori, nelle più rosee delle previsioni, potrebbero incontrarsi soltanto in finale.

Kayak K1 slalom
Programma: ore 18.30 semifinali – 20-15 finale
Atleta: Giovanni De Gennaro  (nr.17)
Il giovane pagaiatore bresciano, dal baffo scaramantico ispirato al centro Nba Steven Adams, è stato la sorpresa delle eliminatorie passate con un sublime miglior tempo. De Gennaro, che si è conquistato il pass olimpico ai recenti europei in Slovacchia, a discapito di Molmenti oro a Londra, sarà in grado di rimpiazzarlo sino in fondo? Il primo scoglio da passare, per continuare a coltivare questa speranza, sarà la semifinale a 15 partecipanti con solo 10 di essi promossi al turno successivo.

Boxe maschile- Pesi massimi 91kg
Programma: ore 18.30 quarti
Atleta: Clemente Russo
Il pugile casertano sarà contrapposto a Evgeny Tishchenko, campione del mondo in carica, in quella che si preannuncia una finale anticipata. Chi vince avrà garantita di diritto una medaglia che, per Tatanka, dopo gli argenti di Pechino e Londra, sarebbe uno storico terzo podio olimpico consecutivo.

Tiro a segno – Pistola libera 50mt
Programma: ore 14 eliminatorie – 17 finale
Atleta: Giuseppe Giordano
Il sergente maggiore dell’esercito italiano, giunto sesto nella distanza da 10mt, è reduce da un quinto posto a Londra in questa categoria e, seppur non inserito tra i favoriti per l’alloro, non è da sottovalutare come outsider dati i nuovi regolamenti.

Doppia fossa maschile
Programma: ore 14 eliminatorie – 20 finale
Atleta: Antonino Barillà e Marco Innocenti
La conclamata tradizione italiana della fossa potrebbe portare in dote altre medaglie. Fari puntati sui nostri tiratori e specialmente su Innocenti.

ALTRI SPORT QUALIFICAZIONI

Arco individuale maschile
Alle 16.36 affronterà i 32esimi David Pasqualucci, classe 96’ ed emergente talento mondiale, mentre alle 21.30 sarà la volta di Marco Galiazzo, indimenticabile oro ad Atene 2004, convocato in extremis.

Tennis doppio femminile  – Quarti 
Alle ore 17.30 le “Chichis”, Sara Errani e Roberta Vinci, coppia ex regina Atp di doppio, si troverà di fronte al duo ceco Safarova-Strycova giustiziere, nel turno precedente, delle super favorite sorelle Williams.
E’ una sfida cruciale in un tabellone che può far nutrire ambizioni di podio.

Tennis singolare maschile – 3° turno
Alle 18.45 Fabio Fognini scenderà in campo per affrontare Andy Murray, fresco campione di Wimbledon, cercando di replicare l’epica vittoria di coppa Davis del 2015. Al ligure, reduce dalle fatiche di due incontri in meno di ventiquattro ore, serve una vera e propria impresa, tutttavia a chi chiederla se non a un cavallo pazzo come il “Fogna”?

Tennis doppio misto – Quarti
Alle 00.30 terminerà il tour de force di Fognini, insieme alla Vinci, che si vedranno opposti al binomio francese Mldenovic-Herbert.

SPORT DI SQUADRA

Pallavolo femminile – ore 16.35
Italia – Olanda
Per le ragazze di Bonitta, ancora a secco di set vinti, si tratta da un confronto da dentro o fuori. La vittoria è l’unico risultato a disposizione per agguantare ancora i quarti.

Pallanuoto maschile – ore 18
Montenegro – Italia
Scontro diretto al vertice per il “settebello” per ipotecare il primo posto nel girone. La sfida, contro una compagine sempre tra le prime quattro nelle ultime due edizioni dei giochi, è anche un grande banco di prova per le ambizioni della formazione di Campagna.

A cura di Andrew Villani