“Defense wins games, mascots sell tickets”: Benny the Bull

Vi siete mai chiesti da dove arrivi la tradizione delle mascotte presenti a bordocampo durante una qualsiasi partita di basket?
Oggi vi sveliamo il segreto, aprendo la nostra nuova rubrica con quella che probabilmente è la Mascotte più famosa nell’universo Nba, nonchè pioniere dell’usanza ormai diffusa in tutto il mondo: “Benny The Bull” from Chicago.
Benny nasce negli anni ’60, ed il suo nome deriva dal nome del primo responsabile delle pubbliche relazioni dei Bulls, nonchè primo speaker, Ben Bentley. Il toro rosso è la prima mascotte a comparire a bordocampo con la licenza di fare qualsiasi cosa voglia,con l’unica regola di non mordere i tifosi.
Vista prima al Chicago Stadium e poi allo United Center, Benny è diventato famoso insieme alla leggendaria squadra autrice del Threepeat di Phil Jackson e Michael Jordan.
Gli stessi Chicago Bulls hanno creato l’ultima versione di Benny in modo che sia non solo un intrattenitore durante le partite ma anche un modello per bambini e adulti, con il compito di invitare tutti ad essere attivi e a restare in forma, con un particolare occhio di riguardo per gli alunni delle scuole: proprio per questo Benny viaggia di scuola in scuola per ricordare ai ragazzi quanto sia importante studiare.
Durante una partita possiamo vederlo danzare, rovesciare i pop corn, lanciare torte ai fans in tribuna, rubare le scarpe ai bambini, calarsi dal soffitto del palazzetto, ma soprattutto schiacciare con il trampolino insieme al suo team “Benny and the Elevators”, che vedrete all’opera nel video sotto.
Nello United Center però si possono vedere altri 2 animali “anomali”:
Big Ben, meglio conosciuto come Biggie, è il fratello maggiore di Benny, con il quale spesso vengono realizzati sketch divertenti sempre riguardanti il mondo dello sport.
Benji, che non si sa bene da dove provenga ma che tanto assomiglia ad un animale domestico, non compare molto spesso sul parquet, ma è uno dei preferiti dalla folla che spesso lo invoca durante le pause della partita.

Alessandro Cavagna e Davide Quaranta

Benny The Bull durante una sua esibizione: Photo by:  flare.tistory.com