“Defense wins games, mascots sell tickets”: Rocky the Mountain Lion

Arrivati al terzo appuntamento per la nostra rubrica, oggi parliamo di “Rocky the Mountain Lion”, la mascotte dei Denver Nuggets.

Il leone fa la sua prima apparizione in Nba il 15 Dicembre del 1990 e, come le altre mascotte di cui abbiamo trattato fino ad oggi, è membro della speciale Mascots Hall of Fame (nel quale è stato inserito nel 2008) e ha vinto quest’anno il premio di MVP tra i suoi simili.

E’ sicuramente una delle mascotte più famose e amate di tutta l’NBA e può contare oltre 1000 presenze alle partite casalinghe dei Nuggets, dove il pubblico attende le sue esibizioni con curiosità, in partcolare per le sue acrobazie molto spesso spericolate e sempre diverse dalla partita precedente.

L’unico pezzo fisso del suo show è il tiro all’indietro da metà campo che ormai per lui è come un tiro libero, visto che è stato in grado di mandarlo a segno per nove partite consecutive!
A tal proposito, l’anno scorso è stato protagonista di uno strano siparietto con Russel Westbrook durante un timeout, come potete vedere nel video appena sotto: mentre si accingeva ad eseguire il classico tiro da centrocampo, il playmaker dei Thunder si è avvicinato al canestro e, appena prima che la palla entrasse, ha stoppato lo Spalding tirato da Rocky, attirando su di sè i fischi e i “buuh” di tutto il Pepsi Center.

 

Quest’anno, il primo aprile, ha annunciato tramite la sua pagina Facebook che, dopo aver vinto il suo premio come miglior mascotte, non aveva più nulla da chiedere alla sua carriera e dunque di volersi ritirare a fine stagione…Dopo qualche attimo di puro panico tra i suoi fans, è arrivata la smentita: Pesce d’aprile.

Come spesso succede, Rocky si interessa anche dell’ambito sociale, gira tra le scuole del Colorado e spesso partecipa a eventi internazionali e di diversi sport: tra le sue apparizioni più importanti citiamo quella all’All Star Game del 2005 disputato a Denver e, quella più recente, di Houston, in cui era presente sottoforma di mascotte gonfiabile…probabilmente, come Benny the Bull, deve aver mandato suo cugino.

Alessandro Cavagna & Davide Quaranta

Rocky insieme a Shaquille O’Neal // Photo by: http://bbs.hupu.com/