Mike goes to China #2 – L’avventura asiatica di Mike Efevberha

Sono sicuro che se chiedete a un cestista professionista impegnato in Europa o in Asia quali sono gli aspetti più importanti della sua vita all’estero otterrete queste due risposte: internet e cibo!
Trovare il cibo che più si ama può rivelarsi difficoltoso ma io devo ritenermi fortunato non avendo riscontrato problemi durante i miei sette anni da professionista in giro per il mondo.

FOTO: ELEONORA CHESSA - www.eleonorachessa.com

FOTO: ELEONORA CHESSA – www.eleonorachessa.com

Nella mia carriera ho avuto la fortuna di giocare in diversi Paesi. Ho iniziato in Nuova Zelanda, passando per un viaggio in Africa con la Nazionale Nigeriana. Una volta terminata l’esperienza con la Nigeria, sono stato brevemente in Francia prima di fermarmi per due anni e mezzo in Svizzera. Da Lugano sono tornato negli States per tentare la carta NBA disputando una stagione in D-League. In estate ho giocato un paio di settimane nella Repubblica Dominicana mentre in autunno sono tornato in Europa con una squadra russa sino al dicembre del 2012 terminando poi la stagione in Repubblica Ceca.

Tra tutte queste realtà che ho avuto modo di conoscere, scelgo Lugano come come miglior location per il cibo! Lugano è a 40 minuti di automobile dall’Italia, quindi hai a disposizione una vasta possibilità di scelta riguardo ai piatti. Mi sono innamorato del cibo italiano nei miei due anni e mezzo in Canton Ticino. Il mio piatto preferito è sicuramente la pizza italiana appena fatta! Volevo mangiarne almeno 2-3 alla settimana!

Il posto in cui ho faticato di più a trovare i miei piatti preferiti è la Russia. Fortunatamente con me c’era la mia fidanzata ad aiutarmi nel freddo polare di Vladivostok. Dato che non c’erano molti ristoranti a disposizione, lei cucinava per me quasi ogni sera. Se volevamo cenare fuori optavamo per un piccolo ristorante di sushi che avevamo conosciuto durante una delle nostre visite per la città.

FOTO: ELEONORA CHESSA - www.eleonorachessa.com

FOTO: ELEONORA CHESSA – www.eleonorachessa.com

Il cibo qui a Chengdu è straordinario! Puoi trovare facilmente lo stesso tipo di cibo che hai a disposizione in America. Da quando sono arrivato ho avuto modo di assaggiare ottimi piatti come pasta, french toast, bistecche e pesce. Prima di trasferirmi a Chengdu mi trovavo con la mia squadra a Urumqi, Xinjiang; città fortemente influenzata dalla cultura musulmana. Era molto complicato trovare carne di maiale in città. Noi avevamo uno chef personale che seguiva la squadra quindi ho avuto modo di provare un sacco di piatti della tradizione cinese ogni giorno.

FOTO: ELEONORA CHESSA - www.eleonorachessa.com

FOTO: ELEONORA CHESSA – www.eleonorachessa.com

A Urumqi ho provato un paio di piatti molto strani ma sorprendentemente molto buoni. Ad esempio un giorno a pranzo ho mangiato una tartaruga marina. Aveva un gusto particolare. Sembrava di mangiare una strana combinazione di pesce e pollo. Ma il mio coach insisteva a dirmi che la tartaruga era molto importante per la mia salute, quindi l’ho assaggiata.

Mentre vi scrivo sono appena rientrato da un lungo viaggio e sono stanchissimo. Esco una corsa a prendere qualcosa per pranzo prima di un pomeriggio di totale relax. Alla prossima!
Money Mike out!