Qué es la Liga Rubriche

Playoff ACB – Il Real esce alla distanza e domina Gara-1 demolendo Valencia

Primo atto di una Semifinale al meglio delle 5 partite tra i castigliani di coach Laso e i valenciani guidati da Martinez, con il Real Madrid che conquista una vittoria non senza qualche difficoltà; Valencia paga moltissimo la pessima percentuale dalla lunga distanza (2/22 da tre punti) e una prima metà di quarto periodo in cui subisce un parziale di 19-3 dal quale non riesce a riprendersi. Chiavi del successo madrileno, manco a dirlo, sono stati Sergio Llull e Gustavo Ayon, autori di prestazioni personali di assoluto livello, mentre Luka Doncic ha svolto un ruolo da collante tra cabina di regia e fase di realizzazione per i Blancos nel momento in cui gli ospiti sembravano avere qualcosa in più.

REAL MADRID VALENCIA BASKET CLUB
82
57
SERIE 1-0

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

8 – I punti realizzati da Romain Sato nel primo quarto: l’ex-Siena è stato un fattore offensivo importante per gli ospiti, trovando continuità in fase di realizzazione e riuscendo a punire ogni difesa di Maciulis, con il lituano che proprio non riesce a contenerlo. La produzione offensiva di Sato è fondamentale anche per scavare quel solco poi ben gestito dai compagni con un ottimo lavoro a rimbalzo difensivo per favorire transizioni veloci che portano a falli e conseguenti viaggi in lunetta.

11 – Le triple sbagliate da Valencia nella seconda frazione, a fronte di 11 tentativi. La squadra di coach Martinez non trova mai la via del canestro dalla lunga distanza e si incaponisce comunque nel cercare soluzioni perimetrali, per quanto ben costruite, anziché sfruttare i mismatch sui cambi difensivi dei madrileni. Sommate alle tre bombe sbagliate nel primo quarto, gli ospiti vanno al riposo con uno 0/14 dalla lunga distanza che pesa moltissimo, poiché il Real rientra in partita e piazza un break di 11-1 proprio nel momento in cui i valenciani si intestardiscono nella ricerca della soluzione da fuori.

3 – I liberi tentati dal Real fino al 30′ di gioco: statistica emblematica se si pensa che sotto canestro non sono mancati i contatti e che giocatori come Doncic, Llull e Ayon hanno cercato molto la penetrazione. Affidarsi alle individualità sicuramente paga, ma stavolta la difesa del Valencia ha tenuto benissimo ogni 1vs1 in qualsiasi situazione, non commettendo errori difensivi che hanno portato a viaggi in lunetta e non concedendo al Real di “giocare” con il bonus, cosa che invece è successa a parti invertite. Se i madrileni riescono a chiudere in vantaggio dopo tre quarti di gioco è più per la pessima percentuale da tre degli ospiti che non per meriti nel mettere sul parquet una pallacanestro qualitativamente di gran livello.

11 – I punti realizzati da Jaycee Carroll nell’ultima frazione, con la guardia statunitense che mette in piedi uno show offensivo clamoroso per bellezza e poliedricità offensiva: triple in uscita dai blocchi, floater dopo penetrazione, potenziali giochi da tre punti sfruttando i mismatch sui marcatori di Valencia. Quando entra “in striscia” è semplicemente incontenibile e riesce a piegare alle sue giocate qualsiasi match, ma stasera è stato semplicemente devastante nel chiudere un match che non aveva cominciato granché bene.

14 – La valutazione finale di Felipe Reyes, eterna bandiera del Real e giocatore fondamentale nel parziale con cui i Blancos mettono la parola “fine” su Gara-1 per portare a casa la vittoria. Fattore indomabile a rimbalzo, doti tecniche clamorose sotto in post e nel pick&roll e totem difensivo, il capitano gioca l’ennesima partita da MVP della sua carriera, trovando anche 4 recuperi difensivi. Incredibile come, nonostante il Real possa contare su fenomeni di assoluto livello, è sempre Reyes a dettare i tempi della partita, ovverosia a essere decisivo quando c’è da compiere lo strappo per vincere o da aprire il parziale per recuperare uno svantaggio.

@ Barclaycard Center – Madrid
TABELLINO COMPLETO

MADRID I NUMERI DELLA PARTITA VALENCIA
15 – Carroll PUNTI Dubljevic – 13
6 – Nocioni RIMBALZI Hamilton – 6
– Llull ASSIST Martinez – 4
19 – Llull VALUTAZIONE 3 giocatori – 10