Shoe Game: Adidas Top Ten 2000

Torniamo a occuparci di Adidas con un modello recente ma in pieno stile anni ’90, una scarpa che in questi Playoffs è stata vista ai piedi d gente come Jarryd Bayless di Memphis e Iman Shumpert di New York (la sua versione personalizzata è visibile nella prima foto): le Adidas Top Ten 2000.

Adidas-Top-Ten-2000-Iman-Shumpert-PE

Parliamo di un modello molto particolare, la parte molta grande appena sopra la suola che alterna una componente lucida a una opaca è tipica delle Adidas Crazy 8, un must degli anni ’90, mentre l’attaccatura delle stringhe rappresenta una delle parti più originali della scarpa dato che parte stretta, poi si allarga e si restringe di nuovo alla fine. Sulla tomaia sono presenti più innesti di materiale diverso, delle fascette elastiche che hanno il compito di “abbracciare” il collo del piede ma regalano anche un ulteriore tocco di particolarità dal punto di vista stilistico dato che su di esse è scritto il nome dell’azienda tedesca. Dato che le stringhe seguono una linea molto particolare è presente anche un’ulteriore fascetta, decorata con il logo dell’Adidas, che segue verticalmente la linguetta il cui compito è quello di mantenere salde le già citate stringhe quando si incrociano. Molto particolare è anche la suola (ben visibile nella seconda foto) caratterizzata da cinque grandi aree d’appoggio appositamente studiate per sfruttare al massimo la potenza di salto ma anche per ridurre l’impatto col parquet in fase di atterraggio.

Le Adidas Top Ten 2000 sono già disponibili in una varietà quasi infinita di colori nei punti vendita specializzati e online per una cifra che si aggira intorno ai 110 euro.

Adidas Top Ten 2000 black sunshine-red

Adidas Top Ten 2000 grey 1