33 anni di dominio: auguri Re Juan Carlos Navarro

33 anni fa, il 13 giugno 1980, nasceva a Sant Feliu de Llobregat uno dei giocatori europei più forti di sempre: Juan Carlos Navarro.

Sarebbe inutile e stucchevole ripercorrere tutta la carriera di questo grandissimo giocatore, probabilmente anche perché non basterebbe un articolo per elencare trofei vinti, titoli di Mvp, statistiche e curiosità del Rey. Talento cristallino, leadership indiscussa, forza mentale fuori dal comune e capacità di risolvere le partite nei momenti più bui sono le qualità principali di un giocatore che, da almeno 10 anni, è croce e delizia del basket europeo. Il tutto, al servizio di un’unica fede, di un’unica maglia: quella del Barcellona. E se qualcuno ancora non lo sapesse, Navarro ha spostato un po’ gli equilibri anche al di là dell’Atlantico, giocando una stagione in Nba con i Memphis Grizzlies e viaggiando a 10.9 ppg col 36% da 3 punti.

Insomma, “La Bomba” è uno per palati fini, in un basket che si avvia sempre di più sulla strada dell’atletismo, trascurando quei fondamentali tanto cari ai nostalgici degli anni ’70 – ’90. Stiamo parlando di un giocatore che ha rivoluzionato il concetto di parabola del tiro, con quel classico effetto ad arco che ti tiene in tensione finché la palla non buca la retina. Stiamo parlando di uno che da 15 anni domina la Liga ACB e l’Euroleague, di un meraviglioso interprete del ruolo di guardia tiratrice. E, probabilmente, stiamo parlando di uno dei giocatori europei più decisivi dell’ultimo decennio. Volete la prova? Vi cito solo 3 partite, da vedere e rivedere: finale di Eurolega Barcellona-Olympiacos, semifinale di Eurobasket 2011 Spagna-Macedonia, e finale di Supercopa Endesa del 2012 contro il Real Madrid. Ecco, se siete amanti di questo sport, e se vedendo queste partite non vi viene nemmeno un accenno di orgasmo, allora signori miei urge consulto medico.

Tanti auguri “El Rey”, sperando di sentire per altri 33 anni l’esclamazione “que jugador, que jugador, Re Juan Carlos, por favor!”.