Alla scoperta di... Basket Europeo Eurolega Mercato Rubriche Serie A

Alla scoperta di Joe Alexander, il taiwanese della Dinamo Sassari

La Dinamo Sassari ha chiuso la quota stranieri per la prossima stagione con la firma di Joe Alexander, 8° scelta assoluta del Draft 2008 e primo giocatore nato a Taiwan a giocare nella NBA (con le maglie di Bucks e Bulls); l’obiettivo dei sardi era quello di trovare un lungo che potesse garantire bidimensionalità, in grado di dare profondità in attacco ma anche di offrire un buon gioco interno, pertanto Alexander è la scelta migliore che si potesse fare.

Non inganni il fatto che, nel giugno 2011, il New York Daily News lo ha classificato come uno dei più grandi fiaschi nel Draft NBA, considerano la posizione in cui fu scelto e il rendimento che mantenne nel biennio a Milwaukee, nello stato del Wisconsin, perché sarebbe troppo facile classificarlo solamente per il livello che ha raggiunto nel professionismo statunitense o in D-League o per la frattura della tibia patita nel 2011, che lo ha tenuto lontano dai parquet per quasi due anni. Infatti, in Europa, Alexander ha dimostrato di saper essere un gran giocatore anche nei pochi minuti che ha avuto a disposizione nella scorsa metà di stagione, in cui ha giocato con la maglia del Maccabi Tel Aviv senza riuscire, però, a convincere pienamente coach Goodes. Alexander è un giocatore versatile, che per parte della sua carriera ha anche giocato da 3 (ala piccola) e che ora giostra stabilmente come big-man (cioè alterna, con eguale efficacia, il ruolo di ala grande con quello di centro); a livello atletico era considerato il miglior prospetto del Draft 2008, con risultati impressionanti sui test fisico-atletici e con una verticalità/esplosività che lo rendevano capace di contrastare anche giocatori ben più alti e massicci di lui. L’infortunio alla tibia sembra aver minato questi punti di forza, ma con un allenamento mirato e tanta fiducia da parte dello staff, il giocatore potrebbe ritornare vicino ai livelli che aveva nel periodo del college.

A livello tecnico, poi, Alexander è un lungo atipico, dotato di ottima tecnica e di un buon livello di versatilità: giocando da 5, infatti, potrebbe far valere il suo ottimo gioco in post basso e la sua dinamicità sotto le plance, mentre, giocando da 4, potrebbe sfruttare il suo primo passo nell’1vs1 e la sua capacità di trovare continuità anche al tiro pesante. Considerando il ruolo, a livello tecnico-tattico Alexander è il giocatore che mancava alla Dinamo nella scorsa stagione e potrebbe permettere ai sardi di fare l’ulteriore salto di qualità in ottica italiana e, forse, anche europea; in catch-and-shoot è una sicurezza, specialmente sugli scarichi di un play che, come MarQuez Haynes, tende a penetrare spesso e volentieri, mentre in post sa usare il perno e le finte per arrivare a tirare spesso in testa all’avversario (e Doellman ne sa qualcosa, considerando le sfide tra Maccabi e Barça della scorsa Euroleague).

JOE ALEXANDER
Data di nascita 26 dicembre 1986
Ruolo Ala / Centro
Altezza 204 cm
Peso 102 kg
College West Virginia University (2005-2008)
Statistiche Euroleague ’14/’15 4.5 ppg, 2.2 rpg, 41.2% 3P, 11.5 mpg
Statistiche BSL ’14/’15 8.6 ppg, 3.5 rpg, 1.0 bpg, 18.3 mpg