Eurolega: Siena, Win or Go Home. Ma vincere potrebbe non bastare

Stasera in Spagna il Caja Laboral e la Montepaschi Siena si affronteranno in un match cruciale per il proseguo del loro cammino in Eurolega. Chi perde sarà fuori dai giochi, chi vince non è detto che raggiungerà i playoff. Questa, infatti, non è solo la classica partita da “Win or Go Home”, ma anche quella in cui strappare i due punti potrebbe non bastare. Entrambe le squadre, infatti, dipendono dal risultato di Olympiakos-Khimki: come riportato da Msb Tv, la Mens Sana si qualifica come quarta se espugna la Buesa Arena e contemporaneamente i greci battono i russi. Nel caso in cui quest’ultimi dovessero avere la meglio, per continuare la loro avventura in Eurolega i biancoverdi dovrebbero sperare che si verifichi uno di questi tre casi:

-la vittoria del Barcellona sul Maccabi e quella del Khimki di almeno 19 punti di scarto;
-la vittoria degli israeliani in Spagna e quella dei russi con qualsiasi scarto, eccetto il +4;
-la vittoria di Siena di almeno 30 punti di scarto, quella del Maccabi e quella del Khimki con 4 punti di scarto.

La Montepaschi, quindi, dovrà necessariamente fare l’impresa a Vitoria e sperare in risultati favorevoli. Dopo l’esaltante partenza di sei vittorie ed una sola sconfitta che l’aveva proiettata in testa al girone, la truppa di coach Luca Banchi è stata assalita da infortuni e acciacchi vari nel momento decisivo della stagione, entrando in una crisi di gioco e risultati a cui l’ambiente non era più abituato da 6 anni a questa parte.

Contro il Caja Laboral non ci sarà una pedina fondamentale quale è Daniel Hackett. A questo punto tutto il peso della squadra è caricato sulle spalle di Bobby Brown, che dovrà sfornare una prestazione da miglior marcatore dell’Eurolega, e di David Moss, a cui spetterà il durissimo compito di fare la differenza in difesa e di limitare due giocatori di altissimo livello come Andres Nocioni e Fernando San Emeterio.

Nell’ultimo mese i biancoverdi sono evidentemente a corto di ossigeno a causa delle rotazioni corte, ma stasera dovranno raschiare le ultime energie dal fondo del barile per disputare una partita di grande intensità ed energia per tutti i 40 minuti. Alla Buesa Arena sarà sicuramente una battaglia, ma Siena può farcela e si merita di continuare a coltivare il sogno Eurolega per quanto fatto vedere nell’arco della stagione.

FOTO: David Moss // it.eurosport.yahoo.com