Sidigas Avellino al lavoro per la prossima stagione: e se tornasse Omar Thomas?

Dopo aver sfiorato con una clamorosa rimonta l’accesso ai playoff, la Sidigas Avellino sta sfruttando queste settimane per muoversi d’anticipo rispetto alle avversarie. Innanzitutto il sodalizio irpino ha deciso di rafforzare l’organigramma dirigenziale con il ritorno di Marco Aloi, reduce dalla positiva esperienza a Biella, il quale si occuperà dell’area marketing e funzionale, mentre quella tecnica è sempre affidata ad Antonello Nevola.

Per quanto riguarda la squadra che dovrà affrontare la prossima stagione, la società ha intenzione di ripartire dalla base che ha permesso alla Sidigas di tirarsi fuori da una situazione di classifica molto pericolosa: confermatissimo in panchina Cesare Pancotto; il coach marchigiano ha già un’intesa di massima con la proprietà ed attende di mettere nero su bianco. Per quanto riguarda il parco giocatori, si lavora alle conferme di Jaka Lakovic, Taquan Dean e Kaloyan Ivanov. Il talento sloveno è stato una vera manna dal cielo ed il suo arrivo non solo ha portato vittorie, ma anche entusiasmo in una piazza depressa dai deludentissimi risultati ottenuti nell prima parte della stagione. L’ex Barca e Panathinaikos non ha mai nascosto il desiderio di restare in Irpinia: per lui sarebbe pronto un biennale importante.

La Sidigas sta cercando di confermare al più presto l’asse play-pivot devastante nel girone di ritorno: anche riguardo al rinnovo del lungo bulgaro c’è ottimismo. Per quanto riguarda la guardia di Red Bank, invece, non dovrebbero esserci grossi intoppi nella strada che porta al prolungamento del contratto: Dean ha espresso in più circostanze grande attaccamento alla maglia e piena disponibilità a restare.

Capitolo nuovi innesti: il nome che circola con insistenza in questi giorni è quello di Stefano Gentile: con la conferma di Lakovic, molto probabilmente non ci sarà più spazio per Valerio Spinelli (34 anni a luglio), dato che c’è la necessità di mettere alle spalle del fuoriclasse sloveno un playmaker giovane ed affidabile. Allora chi meglio del giocatore casertano? Al momento non sembra esserci una vera e propria trattativa, anche perché il giocatore è impegnato con la Nazionale sperimentale, ma l’interesse degli irpini è molto forte.

Stando alle ultime indiscrezioni che abbiamo raccolto, c’è un nome molto suggestivo che sta iniziando a circolare attorno alla Sidigas: si tratta di Omar Thomas, idolo della piazza avellinese, dove ha vinto il titolo di MVP stagionale nel suo primo ed unico anno in Serie A. “Black Jesus” ha scontato la sua squalifica per via del passaporto sloveno falso e quindi sarebbe libero di rifirmare in Italia, ovviamente da extracomunitario: al momento, però, quello del suo ritorno non è altro che un rumors molto suggestivo. La trattativa che lo riporterebbe in biancoverde sarebbe molto difficile, innanzitutto dal punto di vista economico, dato che attualmente Thomas è sotto contratto con i russi del Samara, freschi vincitori dell’EuroChallenge.